Come tingere i tessuti

da , il

    Per tingere i tessuti si possono utilizzare coloranti naturali oppure chimici. Oggi ci soffermeremo su quelli naturali che garantiscono risultati molto più raffinati e artigianali. Vediamo come si fa a colorare i tessuti.

    Occorrente:

    Per tingere i tessuti è necessario utilizzare delle pentole in acciaio inossidabile oppure smaltate, un mestolo in legno, guanti di gomma, un colino, una bilancia, delle brocche con misurino, e qualche cucchiaio.

    Colori:

    I colori naturali vanno abbinati sempre a sostanze chimiche chiamate ‘mordenti’ che hanno lo scopo di consentire al colore di fissarsi sulle fibre. Per ottenere dei bellissimi colori naturali è invece possibile raccogliere fiori appena sbocciati, foglie e corteccia di alberi in primavera e, al momento opportuno, bacche belle mature. Possono però essere usati tè e caffè e sostanze come la cocciniglia, la robbia, il campeggio e il curcuma si possono trovare nei colorifici.

    Lavorazione:

  • Per ogni 25 gr di tessuto è necessario usare 25 gr di foglie, bacche o fiori; oppure 50-75 gr di scorza o corteccia; oppure 15 gr di spezie, tè o caffè. Queste sostanze possono essere pestate oppure sciolte o raccolte in una garza, per poi essere messe in una pentola e coperte appena di acqua. Fiori e bacche devono essere lasciati in infusione per una intera notte, gambi e foglie per tre giorni, parti legnose per una settimana.

  • Trascorso il periodo di infusione il colorante deve bollire per almeno 30 minuti o anche di più fino ad ottenere il colore desiderato.

  • A fine bollitura, le sostanze coloranti devono essere rimosse dall’acqua e se si sono sciolte, il bagno di colore deve essere filtrato accuratamente con un colino.

  • Per ogni 25 gr di filato occorre un litro di soluzione colorata, e il mordente deve essere sciolto in mezza tazza d’acqua ed aggiunto al bagno di colore.

  • Al momento della tintura, il filato deve essere bagnato completamente d’acqua in modo che possa assorbire bene la tintura, e va immerso in essa a freddo. Dopo si aumenta lentamente la temperatura mantenendo una bollitura lieve per almeno 30 minuti o anche di più.

  • Sciacquare quindi il filato in acqua gradualmente sempre più fredda, finchè l’acqua risulterà completamente pulita.

  • Lasciare asciugare il tessuto all’ombra.

    Foto:

    www.lavorincasa.it

    orkalocastyle.blogspot.com

    empressofspring.blogspot.com

  • Dolcetto o scherzetto?