Come scegliere il cappello più adatto al viso

da , il

    Complici le temperature basse e il gelo, l’accessorio di stagione resta sempre il cappello dell’inverno, che diventa vero protagonista del look, nei suoi più svariati modelli.

    Dai berretti ai Panama, passando per lo zuccotto e il basco, l’importante è solo che calzino a pennello.

    

Il freddo invernale lo rende indispensabile, e la moda lo acclama come accessorio must-have… quale occasione migliore per indossare un bel cappello?

    Ecco come sceglierlo e abbinarlo, in base alla forma del viso e alla nostra corporatura, per evitare di sentirci goffe con il cappello sbagliato.

    Fondamentale per la scelta del cappello più adatto a noi, è la proporzione tra altezza e grandezza di falda e cupola, che si devono adattare ai lineamenti e alla corporatura.

    Se siete piccole di statura ad esempio, evitate i cappelli a falda larga, che non aiutano certo la verticalità della figura.

    Preferite modelli di berretto oppure coppole, baschi, cloche, colbacchi o, se amate lo stile retrò, il classico borsalino, ma sceglietelo a falda stretta.

    Al contrario se siete abbastanza alte potete puntare su ampi cappelli, come ad esempio il Pamela, a falda larga ma floscia, tipico degli anni 70. 



    Per quanto riguarda la forma del viso, per volti rotondi meglio la falda larga, su visi allungati decisamente falda stretta.

    Il motivo sta nell’ombreggiatura che si crea sul viso, e che lo snellisce.

    Ecco perché se avete un viso paffuto, un ampio cappello creerà un gioco di luce e ombra che ‘affilerà’ i tratti, mentre se il vostro viso è magro e allungato rischia di scomparire sotto una falda troppo larga.

    Foto:

    www.msn.it