Come mantenere a lungo l’abbronzatura

da , il

    Finalmente è arrivata l’estate! Sperando che i nubifragi degli ultimi giorni se ne stiano alla larga il più possibile, possiamo dedicarci alla tanto desiderata abbronzatura.

    Un’ abbronzatura presa in modo graduale ci dà un aspetto sano e curato, ma è difficile da matenere a lungo.

    Dopo alcuni giorni l’abbronzatura comincia a sbiadire e la pelle si squama. Cosa si può fare per evitare tutto questo?

    La tintarella scolorisce e noi ci spelliamo perchè gli strati superficiali dell’epidermide si rinnovano per liberarsi dalle cellule morte. Per prevenire questo problema basta idratare e nutrire a fondo la pelle, iniziando a usare un doposole fin dalla prima esposizione al sole.

    Dopo ogni doccia e prima di andare a dormire, bisogna usare una crema idratante in quantità abbondante. Per lavarsi è consigliabile usare un olio da doccia privo di saponi, al posto di un normale detergente.

    Il burro di karitè è il miglior aiuto per la nostra pelle abbronzata. Il karitè è ricco di vitamine e di sostanze nutritive, e possiede proprietà rigeneranti, è emolliente, protegge la pelle di viso e corpo dall’invecchiamento e la idrata a fondo. Potete acquistare il burro di karitè puro, o, se preferite, una crema che lo contenga tra gli ingredienti.

    Potete utilizzare il burro di karitè anche per preparare la vostra pelle alla prossima abbronzatura: in questo modo sarà nutrita ed idratata e pronta a ricevere i raggi solari. Ricordatevi sempre di utilizzare una crema solare adatta alla vostra carnagione: il karitè non protegge dai raggi UVA e UVB.

    Foto: static.open.salon.com pro.corbis.com www.erboristeriamagentina.it