Come fare il pane in casa: i consigli

da , il

    Oggi prepariamo il pane, si proprio così… il pane non è necessario acquistarlo al panificio, quando avete un pò di tempo potete tranquillamente farlo voi in casa, non è proprio semplicissimo ma con un pò di accortezza ci riuscirete, e se la prima volta non dovesse funzionare, fatevi concedere una rivincita, mica possono vincere acqua, lievito e farina, no?

    Fare il pane in casa oltre ad essere divertente è anche un modo carino per coinvolgere i bambini nelle faccende domestiche, farvi aiutare a impastare o fare i panini con le forme che fanno loro può essere un modo divertente di trascorrere la domenica mattina.

    Esistono molti tipi di pane come quello integrale, azimo, di segale con le dosi e le farine giuste si possono fare tranquillamente anche questi, noi però oggi ci occupiamo del classico pane morbido e lievitato.

    Le fasi da seguire sono 4:

    • impastamento
    • lievitazione
    • foggiatura dei pani
    • cottura

    Ingredienti per il pane

    • 250 gr di farina di semola
    • 250 gr di farina di grano tenero
    • 20 gr di lievito di birra
    • 250 gr di acqua
    • 1 presa di sale
    • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
    • 1 uovo
    • farina da spolvero

    Preparazione

    Passate al setaccio le due farine e mescolatele con il sale, nel frattempo mettete 2/3 dell’acqua in un pentolino e fatela riscaldare, poi mettete dentro il lievito di birra e fatelo sciogliere. In un altro pentolino fate scaldare l’acqua rimasta e mettete l’olio in una tazzina in modo che potete prenderlo quando avrete le mani pasticciate di impasto.

    Disponete la farina a fontana sulla spianatoia e versate lentamente il lievito, nel frattempo con l’altra mano impastate un pò, aggiungete l’olio e poi con tutte e due le mani continuate ad impastare bene, all’inizio sarà un ammasso di acqua e farina pian piano il composto diventerà elastico. Mentre impastate ogni tanto bagnatevi le mani con l’acqua del pentolino.

    Impastate fino ad avere una palla dalla consistenza gommosa e uniforme. A questo punto avviene la fase di lievitazione che è la più delicata, spolverizzate la palla con la farina, avvolgetela con un panno pulito e poi coprite con una coperta di lana e lasciate lievitare da un minimo di un ora fino ad un massimo di 6 ore.

    Poi impastate dinuovo la pasta energicamente e formate le vostre forme, panini, ciambelline ecc, poi pennellate con l’uovo sbattuto e fate qualche taglio sulla superficie e lasciate riposare per altri 30 minuti.

    Nel frattempo scaldate il forno a 280°C, dopo la mezz’ora di riposo, mettete il pane in forno e abbassate la temperatura a 220°C, fate cuocere per 20 minuti e poi abbassate ancora la temperatura a 200°C e fate cuocere per un’altra ventina di minuti. A fine cottura se volete grillate per qualche minuto per far dorare il pane in superficie.

    Dopo mezz’ora che il pane è sfornato è pronto per essere tagliato e mangiato.

    Foto da:

    sanablog.it

    www.ogigia.com

    cucina.blogautore.espresso.repubblica.it

    www.browniepointsblog.com

    blog.seattletimes.nwsource.com