Come fare buona impressione a un colloquio di lavoro: 6 regole da seguire

Se siete in cerca di un lavoro e state inviando decine di curriculum al giorno, vi forniamo 6 regole per fare buona impressione a un colloquio di lavoro.

da , il

    Come fare buona impressione a un colloquio di lavoro. Se siete in cerca di un lavoro e state inviando decine di curriculum al giorno, vorremmo darvi qualche piccolo consiglio per affrontare al meglio il momento in cui vi troverete di fronte a un responsabile della selezione del personale di un’azienda, perché un curriculum ben strutturato va anche accompagnato da qualche piccolo accorgimento da attuare nel momento in cui sarete valutati e dovrete esporre al meglio le vostre capacità. Ecco allora 6 regole da seguire secondo l’esperienza di Lauren Ferrara, selezionatrice di un’agenzia di New York.

    Regola n.1: mai presentarsi in ritardo

    Non è ammesso neanche un minuto oltre l’orario concordato; questo perché se arrivate in anticipo, bastano 10-15 minuti, darete un’impressione di precisione e serietà che saranno molto apprezzati dai vostri esaminatori, e soprattutto darete prova che siete molto interessate alla posizione lavorativa che vi hanno proposto.

    Regola n.2: curate l’aspetto

    Niente tacchi vertiginosi, minigonne o look dark; scegliete il vostro abbigliamento con cura: se dovete presentarvi in un’azienda optate per un look più formale e classico, con qualche accessorio che sdrammatizzi l’austera serietà di un tailleur; se invece siete convocate per una società creativa siate un po’ più originali, perchè generalmente l’ambiente è meno formale e quindi potete optare per una mise più casual trendy, ma prestando sempre molta attenzione ai particolari.

    Regola n.3: preparatevi una sorta di “scaletta”

    Per esporre al meglio il vostro background lavorativo e le vostre capacità preparatevi un piccolo discorso da esporre con naturalezza. Portatevi una copia del curriculum cartacea, così da poterlo analizzare insieme al vostro interlocutore e approfondire dei punti determinati per valutare la vostra assunzione.

    Regola n.4: sorridete

    Darete un’impressione di apertura e disponibilità all’incontro; il clima aziendale è molto condizionato dai rapporti tra colleghi e se vi dimostrerete una persona cordiale, avrete maggiori possibilità di essere selezionate per entrare a far parte del team lavorativo.

    Regola n.5: cercate di tenere sotto controllo l’ansia e l’agitazione

    Nonostante siano giustificate, non vi metteranno sotto la luce migliore. Essere in grado di reggere lo stress è una delle caratteristiche più richieste da molte aziende, perché significa che in futuro sarete in grado di gestire il lavoro anche in momenti di tensione e questo sarà un ottimo punto a vostro favore.

    Regola n.6: siate sempre sincere e trasparenti

    Se dovessero insorgere delle difficoltà, dimostratevi disposte ad imparare e ad ascoltare gli insegnamenti che vi verranno dati, perché vorrà significare che siete delle persone aperte al confronto e l’esperienza lavorativa costituirà motivo di crescita personale, ma soprattutto professionale.

    Dolcetto o scherzetto?