Come curare le piante: la Ninfea

da , il

    Oggi parlerò di una pianta un po’ particolare: la Ninfea.

    Si tratta di una pianta acquatica e il suo nome botanico è Nymphaea.

    Esistono circa 50 piante acquatiche appartenenti a questa specie che è originaria del Sud Africa e dell’Australia.

    La Ninfea è la più famosa pianta acquatica e ha fiori perenni e molto profumati.

    La sue caratteristiche sono le foglie rotonde di colore verde intenso che crescono dal fondo per salire sulla superficie dell’acqua dove galleggiano. I fiori delle Ninfee sono molto grandi, possono anche raggiungere i 10 cm di diametro, colorati e profumatissimi.

    Le Ninfee producono fiori in maniera continua da maggio a settembre.

    Se possedete un giardino o un grande terrazzo, potete piantare le Ninfee all’interno di un laghetto o di una grossa ciotola piena d’acqua con del terreno (composto da terriccio universale, torba, foglie, sabbia e concime apposito) sul fondo.

    Per poter piantare le Ninfee è necessario che il laghetto o la ciotola siano profonde almeno 40 cm.

    La Ninfea va ancorata sul fondo.

    La posizione ideale è la mezz’ombra.

    Tra le varie specie di Ninfee quella che si adatta maggiormente alla coltivazione “casalinga” e non teme il freddo e la Ninfea Alba: si adatta bene anche nelle zone più fresche, può stare anche sul balcone basta che la ciotola sia larga almeno 70 cm di diametro e profonda 40 cm.

    Foto:

    www.inseparabile.com

    lampidipensiero.files.wordpress.com

    www.partecipiamo.it

    img461.imageshack.us

    images-srv.leonardo.it