Come curare le piante: la Kenzia

da , il

    Oggi parlerò di una pianta d’appartamento molto conosciuta: la Kenzia, il cui nome botanico è Howea ed è originaria dell’ Isola di Lord Howe che si trova vicino all’Australia. Ci sono solo due specie di questa pianta, la Howea Forsteriana e la Howea Balmoreana. Sono palme che in natura possono raggiungere anche i 15 metri di altezza, ma quelle coltivate in vaso negli appartamenti raggiungono i 2-3 metri di altezza. La Kenzia è una pianta sempreverde che cresce lentamente.

    E’ molto facile da coltivare e in alcuni casi produce dei fiori in primavera: prima compaiono delle pannocchie con fiori bianchi che a loro volta producono dei frutti ovali marroncini.

    Dato che in natura si sviluppano in una zona con clima temperato, le Kenzie non hanno particolari esigenze: in appartamento vanno posizionate in una zona luminosa; durante l’inverno la temperatura non deve scendere al di sotto dei 15°, mentre in estate si possono mettere sul balcone, ma non devono essere colpite direttamente dai raggi solari.

    Come nella maggior parte delle piante, le annaffiature devono essere regolari in primavera e in estate, attendendo che il terreno si asciughi prima di somministrare nuovamente dell’acqua. In autunno e in inverno si annaffiano saltuariamente.

    Ogni 3 anni le Kenzie vanno rinvasate in un vaso leggermente più grande.

    Nella fotogallery potete ammirare delle immagini di Kenzie.

    Dolcetto o scherzetto?