Chi sono le vittime dell’incidente ferroviario in Puglia [FOTO]

Chi sono le vittime dell’incidente ferroviario in Puglia [FOTO]
da in Attualità, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Il drammatico e devastante incidente ferroviario tra due treni sulla linea a binario unico tra Corato e Andria in Puglia ha causato 23 morti e oltre 50 feriti. Una decina di feriti sono in gravissime condizioni. La Procura della Repubblica di Trani indaga per omicidio colposo plurimo e disastro ferroviario. Un pool di magistrati coordinerà le indagini per accertare non solo chi ha sbagliato, ma se chi ha sbagliato è caduto in errore da solo o se è stato indotto in errore da altri oltre a dover verificare l’adeguatezza del sistema di controllo rispetto alle norme in vigore, e i tempi del raddoppio della tratta e di ammodernamento del sistema di controllo del traffico. Le vittime di questa strage sono state individuate da alcuni dettagli: anelli, fotografie o carte.

    Jolanda Inchingolo

    Tra le vittime di questa tragedia vi è Jolanda Inchingolo. La 25enne ragazza barese è stata riconosciuta da un anello con la pietra nera che portava al dito e non lo toglieva mai. A settembre Jolanda Inchingolo si sarebbe sposata con Marco Cirone. Stava andando a Bari proprio per incontrare il suo fidanzato. “Doveva essere la madre dei miei figli – ha raccontato Marco tra le lacrime – Aveva un unico desiderio: fare la mamma. E chissà quanto sarebbe stata bella”. Il ragazzo si è poi sfogato sul suo profilo Facebook: “Perché mi stai lasciando solo??? La casa… i nostri pupini… dimmi che stai leggendo Jolanda Inchingolo. Dimmelo ancora una volta che mi ami… chiamami. Dove sei?”.

    Patty Carnimeo

    Patty Carnimeo era originaria di Bari, ma si era trasferita ad Andria dopo il matrimonio. Le sue amiche la descrivono come una mamma e moglie dolcissima. Quel treno lo prendeva tutti i giorni per recarsi a Bari, dove lavorava come estetista. “Era un angelo, bellissima e dolcissima – ha raccontato la zia – Come si fa a spiegare a una bimba di due anni e mezzo che tua madre non c’è più? Come crescerà quella bambina senza una mamma?”.

    Alessandra Bianchino

    Tra le vittime c’è anche la 29enne di Andria, Alessandra Bianchino. Una ragazza solare e allegra, molto conosciuta presso l’Oratorio Salesiano e nel mondo del volontariato della sua città.


    LEGGI LE ULTIME NEWS SULLA STRAGE DEI TRENI DI BARI

    Ha perso la vita anche la signora Donata Pepe, nonna 60enne di Terlizzi.

    La donna ha salvato la vita al nipotino Samuele di 6 anni. Il piccolo è ricoverato in prognosi riservata, ma non è in pericolo di vita. Il nipotino e la nonna stavano andando a Barletta per prendere una coincidenza per Milano, dopo qualche giorno di vacanza in Puglia. “Stavo dormendo sulla nonna – ha detto il piccolo Samuele agli zii -, e poi c’è stato quello scoppio fortissimo”.

    La 49enne Maria Aloysi viveva a Modugno, ma tornava spesso ad Andria per far visita al padre. Lascia il marito Donato e i figli Leo Marco e Andrea. La 52enne andriese Benedetta Merra si stava recando a Bari per alcuni controlli medici.

    Tra le vittime accertate figurano il 72enne bancario in pensione Enrico Castellano, il 49enne manager Maurizio Pisani, il 51enne contadino Giuseppe Acquaviva, il 59enne vicequestore aggiunto di Bari Fulvio Schinzari, il 15enne studente Antonio Summo, il macchinista Pasquale Abbasciano, il 17enne studente Francesco Ludovico Tedone, il 37enne macchinista Luciano Caterino, il 56enne agente di commercio Salvatore Di Costanzo, il 61enne barlettano titolare di un bar Michele Corsini, il 53enne capotreno terlizzese Albino De Nicolo e il 25enne operaio metalmeccanico Gabriele Zingaro.

    La docente di conversazione in lingua straniera (francese) Julia Favale non risponde più al suo cellulare da ieri mattina.

    Tanto dolore e tanta rabbia per una tragedia inammissibile che ha colpito il cuore della Puglia. Esprimiamo cordoglio per le vittime ed esprimiamo solidarietà ai feriti e alle tante famiglie pugliesi distrutte e devastate dall’orrore di questa immane strage.

    824

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca Ultimo aggiornamento: Venerdì 15/07/2016 13:04
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI