Natale 2016

Chi è Darya Klishina: l’unica atleta russa a Rio 2016

Chi è Darya Klishina: l’unica atleta russa a Rio 2016
da in Attualità, Celebrità straniere, Cronaca bianca, Olimpiadi di Rio 2016
Ultimo aggiornamento:
    Chi è Darya Klishina: l’unica atleta russa a Rio 2016

    Il nome di Darya Klishina sta occupando le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, in riferimento alla bufera per lo scandalo doping che ha investito la Russia per le Olimpiadi di Rio. La clamorosa sentenza del Tas, Tribunale Arbitrale dello Sport, ha negato la partecipazione a 68 atleti russi, accusati di essersi dopati ma con un’eccezione. L’eccezione si chiama Darya Klishina.
    Non passa di certo inosservata: la campionessa di salto in lungo Klishina è bellissima, ha un fisico statuario. E’ stata campionessa europea indoor di salto in lungo 2 volte, ha trionfato anche alle ultime Universiadi del 2013 a Kazan. Agli ultimi Mondiali, invece, ha collezionato il settimo posto, mentre agli Europei ha conquistato la medaglia di bronzo.

    Classe 91, è una delle giovani promesse nello sport, ma anche un’indiscussa modella. Ed è regina anche dei social: pensate che ha “solo” 7mila followers su Instagram! Risiede negli Stati Uniti da tre anni, in Florida, ed è lì che si allena duramente e questo l’ha salvata dallo scandalo doping: ha effettuato i regolari controlli medici in America infatti. Prenderà parte alle Olimpiadi di Rio in programma dal 5 al 21 agosto come “atleta neutrale”, non in rappresentanza della Russia.
    Cerchiamo di capire cosa è successo.

    Atetica, Golden Gala 2015

    Il rapporto Wada dell’Agenzia Mondiale Antidoping del novembre scorso dichiarava la Federazione russa di atletica leggera non conforme alle norme sul doping, anzi si spingeva a parlare di doping di Stato. Per questo ha chiesto allo IAAF( Ass. Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera) di sospendere l’atletica russa da Rio 2016. A questo punto gli sportivi che hanno visto infrangersi il sogno di una vita, hanno fatto ricorso al Tas, il quale ha rigettato ed ha decretato l’esclusione dei 68 atleti. Tutti tranne Darya Klishina.

    Tra gli esclusi anche la 2 volte campionessa olimpica dell’asta Yelena Isinbayeva, che tra le lacrime, ha parlato di “funerale dell’atletica”.
    Perché Darya Klishina sì? Perché risiede negli Stati Uniti, si allena lì ormai da tempo e quindi si era sottoposta anzitempo all’antidoping americano. Ad essere precisi il lasciapassare è stato dato anche ad un’altra donna: la mezzofondista Yulia Stepanova, che però a causa di un infortunio molto probabilmente rinuncerà a Rio 2016. La Klishina sarà quindi l’unica atleta russa a partecipare anche se, essendo residente in Florida, non porterà la bandiera del suo paese.

    Dopo aver ricevuto il permesso per poter partecipare alle Olimpiadi di Rio, Darya ha condiviso la sua felicità su Facebook, ringraziando anche lo IAAF. E’ questo il gesto che ha scatenato l’ira dei suoi connazionali. Addirittura anche del Cremlino! E’ stata apostrofata da tutti come una traditrice, sia per prendere parte alle Olimpiadi, che per aver ringraziato lo IAAF, proprio quell’associazione che ha decretato l’uscita della Russia dalle Olimpiadi. Qualche critica ingiusta si è addirittura spinta oltre a chiamarla “nazista” e amica degli Americani. La risposta della bella lunghista è stata molto diplomatica e cortese, non è scesa né a livelli bassi, né ha mostrato di esserne toccata. Ha scritto semplicemente che il suo augurio è che tutti i suoi colleghi russi possano essere di nuovo ammessi a Rio 2016. Intanto noi le facciamo i nostri In Bocca al Lupo!

    GUARDA CHI SONO LE ATLETE ITALIANE ALLE OLIMPIADI DI RIO 2016

    726

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCelebrità straniereCronaca biancaOlimpiadi di Rio 2016

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI