NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Chi è Alyssa Elsman, la vittima dell’auto folle a New York

Chi è Alyssa Elsman, la vittima dell’auto folle a New York

Il nome dell'unica vittima dell'auto killer a Times Square è stato reso noto: si tratta di una 18enne originaria del Michigan, Alyssa Elsman. Si trovava in vacanza a New York con la famiglia e al momento dell'impatto passeggiava con la sorella, rimasta ferita. Il ricordo nelle parole del fidanzato.

da in Attualità, Cronaca
    Chi è Alyssa Elsman, la vittima dell’auto folle a New York

    Alyssa Elsman è la vittima dell’auto che ha falciato i pedoni nell’affollatissima Times Square, a New York. Aveva appena 18 anni, e al momento dell’impatto si trovava a passeggiare insieme a sua sorella di 13 anni, ora ricoverata per le ferite riportate. Per Alyssa non c’è stato nulla da fare, è morta praticamente sul colpo. È la cronaca di una vacanza finita in tragedia, quella che la giovane originaria del Michigan stava facendo a New York insieme alla sua famiglia. Quell’auto impazzita, guidata dal 26enne Richard Rojas, l’ha travolta e uccisa dopo aver investito almeno 22 persone, finendo la folle corsa all’incrocio tra la 45ma e Broadway. La famiglia è sconvolta, e il fidanzato ha ricordato il loro amore orribilmente distrutto.

    Doveva essere una vacanza all’insegna della serenità a New York, dove era andata con la madre e la sorella. Il crudele destino di questa giovanissima ragazza ha però preceduto la sua grande voglia di vivere, con una sorte drammatica. L’auto su cui viaggiava a folle velocità il 26enne arrestato dalla polizia a Times Square l’ha travolta senza darle scampo. L’urto è stato violentissimo e Alyssa è morta sul posto. Anche la sorella minore è rimasta coinvolta, riportando numerose ferite.

    La famiglia e gli amici della ragazza sono in stato di shock.

    Alyssa Elsman aveva un fidanzato, Trevor, che in queste ore ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa americana, lasciando anche un ricordo del loro amore: “Lei mi ha motivato, mi ha amato, mi ha dato tutto ciò di cui avevo bisogno. E ora se n’è andata, non so come farò a riempire questo vuoto”.
    Il giovane ha anche raccontato di essersi preoccupato per il fatto che la sua fidanzata non rispondeva agli sms, una cosa inusuale che ha destato in lui una forte apprensione. Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha voluto ricordare la giovane vittima e trasmettere un messaggio ai suoi cari: “Le nostre preghiere sono con la sua famiglia”, ha scritto in un tweet.

    424

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca
    PIÙ POPOLARI