Natale 2016

Capodanno a Colonia, donne vittime di abusi e lesioni: arrestati stranieri e rifugiati siriani

Capodanno a Colonia, donne vittime di abusi e lesioni: arrestati stranieri e rifugiati siriani
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Capodanno a Colonia, donne vittime di abusi e lesioni: arrestati stranieri e rifugiati siriani

    Le forze dell’ordine di Colonia hanno arrestato 31 persone accusate di lesioni corporali, furti e aggressioni nei confronti delle donne compiuti nella notte di Capodanno. Tra gli arrestati ci sono stranieri e rifugiati siriani, ma in gran parte sono uomini di origine nordafricana. La polizia della città tedesca ha rivelato in un rapporto che le aggressioni e le violenze della notte di San Silvestro hanno trasformato il cuore della città in “un inferno per le donne sole o accompagnate che hanno dovuto attraversare delle vere e proprie forche caudine formate da masse di uomini pesantemente ubriachi”.

    “Sono siriano, dovete trattarmi amichevolmente, mi ha invitato la Signora Merkel! – avrebbe detto uno dei sospettati citato nel rapporto della polizia – Non potete farmi niente – avrebbe commentato un altro – domani vado a prendermene uno nuovo”. Un fenomeno raccapricciante che non si era mai verificato prima. Anche la stessa polizia è sotto accusa per aver reagito tardi e per aver negato informazioni circa la provenienza degli aggressori. Attualmente sono ben 121 le denunce e come ha dichiarato un portavoce della polizia tedesca in tre quarti dei casi si tratta di reati a sfondo sessuale spesso avvenuti in concomitanza con furti o borseggi. La leader tedesca Angela Merkel è piuttosto determinata. La cancelliera ha infatti spiegato che è importante che la piena verità sia messa sul tavolo senza sconti ed edulcorazioni.

    SCOPRI LE PIU’ IMPORTANTI BATTAGLIE IN CORSO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

    Le molestie e le aggressioni di Colonia non sono purtroppo un fatto isolato. Aggressioni a sfondo sessuale nei confronti delle donne si sono registrate la notte di Capodanno anche ad Amburgo, Stoccarda, Zurigo e Helsinki. Le polemiche non si placano in Europa e dopo i fatti vergognosi e ignobili di Capodanno il premier slovacco Fico ha annunciato che Bratislava non accoglierà più rifugiati musulmani: “Non vogliamo che in Slovacchia accada quello che è successo in Germania“. Durissimo il Pis di Kaczynski in Polonia che ha dichiarato guerra sul fronte delle politiche dei migranti.

    SCOPRI LA PAGINA FACEBOOK CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

    441

    Il lato oscuro delle coppie felici
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI