Capelli: valorizzare le punte

da , il

    Cambiare look giocando con le punte dei capelli non è poi così complicato, basta mettersi davanti ad uno specchio ed osservare bene i propri capelli facendo attenzione ad alcuni semplici dettagli che vi suggeriamo noi di Pour femme.

    Tutte noi vorremmo avere dei capelli folti e belli come quelli delle star, ma per sfoggiare una capigliatura così fluente, è necessario prestare moltissime cure ai propri capelli ma soprattutto considerare che un taglio che sta bene ad un’altra persona non è detto che abbia su tutti lo stesso effetto.

    Osservando le nostre punte possiamo capire se quel genere di acconciatura si può ricreare sui nostri capelli e giocando con le estremità dei capelli cambiare look.

    Se ad esempio si vogliono sfoggiare delle ciocche ben costruite, bisogna utilizzare le forbici oppure il rasoio. Queste belle ciocche di capelli si portano sottili intorno ai lati del viso e danno pienezza alla capigliatura senza appesantire la persona, soprattutto se si ha un viso minuto.

    Le ciocche sfilate se abbinate ad una pettinatura a criniera danno snellezza e volume ai capelli allo stesso tempo, basta tagliare le punte ad altezze differenti. Questo look va bene a chi ha un viso perfetto e delicato, che viene maggiormente esaltato in questo modo.

    Questa pettinatura è adatta anche al trattamento col ferro arricciante, e si presta bene su chi ha una capigliatura con le giuste caratteristiche. Sui capelli con tessitura grossa sta molto bene e con l’aiuto degli strumenti adatti, la chioma apparirà voluminosa e bella.

    Basta uno spray per dare forma alla pettinatura, una spazzola di medie dimensioni tonda oppure piatta e un ferro arricciante di media larghezza per sistemare le ciocche vicino al viso e far apparire la chioma più voluminosa del solito. Con un po’ di cure, gli strumenti adatti e il taglio giusto, le ciocche assumeranno spessore e daranno alla pettinatura un look da vera bomba sexy, come quello di Carmen Electra.

    Foto:

    images.askmen.com

    www.wgrr.com

    Dolcetto o scherzetto?