Natale 2016

Capelli lunghi a tutte le età, ecco come prendercene cura

Capelli lunghi a tutte le età, ecco come prendercene cura
da in Acconciature, Bellezza, Capelli lunghi, Cura Capelli, Tagli Capelli
Ultimo aggiornamento:

    Capelli lunghi eta cura

    I capelli lunghi sono sempre stati un simbolo della bellezza femminile, apprezzati dagli uomini e preferiti dalle donne. Del resto, non c’è nulla di più seducente di una bella, sana, lucente chioma che scenda lungo la schiena o che si acconci in romantiche pettinature. Ricci e vaporosi, come i biondi capelli di Carrie Bradshaw in Sex&the City, o perfettamente lisci e neri come l’ebano, modello Pocahontas, l’essenziale è che i capelli siano curati e che si adattino al viso e alla figura di chi li porta. Una delle questioni più dibattute (non legata alle singole mode, quanto più ad una sensibilità trasversale) è quella che riguarda l’età. Fino a quanti anni è lecito portare i capelli lunghi, anche molto lunghi, senza rischiare di apparire come delle bizzarre hippie?

    Vediamo come giungere ad una risposta, semmai ve ne sia una univoca, approfondendo anche il discorso relativo alle cure da dedicare alla capigliatura a seconda dell’età.

    Saltiamo a piè pari il periodo dell’adolescenza e il decennio dai 20 ai 30 anni, perché sicuramente in questa fase le ragazze possono sfoggiare, come spesso fanno, chiome lunghissime (così come cortissime), con il privilegio della gioventù. Ma tutto quello che è lecito sperimentare a 25 anni, forse non lo è più a 35, giusto? Soprattutto se non siamo delle popstar o delle dive del cinema. Chiome lunghissime dopo i 30 anni si possono ancora portare, a patto di seguire qualche semplice regoletta di buon senso e di buon gusto. Innanzi tutto, attenzione alle proporzioni delle figura (e del viso) che non devono essere mortificate dalla lunghezza dei capelli.

    Intendiamoci, a 16-18 anni si possono tranquillamente portare i capelli lunghi e svolazzanti dietro le spalle anche se si è piccole e con il baricentro basso, perché, come dicevamo prima, questo è il privilegio dell’età. Ma dopo i 30 è meglio evitare questi errori di style. Ad esempio, se siete minute, e il vostro viso è piccolo e magro, meglio tenere i capelli di media lunghezza, e lo stesso discorso vale se siete piccole di statura e un po’ cicciottelle. Tuttavia, se la vostra figura è proporzionata e il vostro viso è rotondo, dei bei capelli molto lunghi aiutano a sfinare un po’ i lineamenti. Veniamo alla cura.

    Questa deve essere più specifica perché anche i capelli invecchiano, e dopo i 35 non sono più quelli dei 20 anni, soprattutto se poi cominciano a comparire i primi fili bianchi e bisogna tingerli spesso. Per quanto riguarda la scelta del colore, meglio non discostarsi molto da quello naturale, semmai illuminarlo con dei giochi di luce sempre tono su tono. Attenzione anche a non esagerare con asciugature selvagge, piastre e arriccia capelli, le chiome già trattate sono più delicate e si inaridiscono facilmente.

    Se vi siete sempre sentite dire che dopo i 40 anni i capelli si portano corti o ad altezza spalla, sappiate che è una sciocchezza. Potete continuare a sfoggiare una bella capigliatura lunga (magari non lunghissima), purché perfettamente curata e con un taglio mosso, giovanile. Tenerli lunghi e piatti sulla schiena o pettinati con la coda di cavallo, infatti, regala qualche anno in più, perché si mettono in evidenza i segni sul viso e magari i primi cedimenti. Ma basterà provare un bel taglio sbarazzino, magari con una frangia ariosa e non troppo spessa e delle ciocche mosse che incornicino il viso, per apparire subito più fresche.

    Soprattutto se siete state delle ragazze paffutelle, l’età, e il conseguente lieve svuotamento del viso, potrebbero permettervi di regalarvi finalmente quel taglio che in gioventù non avete mai potuto osare. Dopo la menopausa in genere le parrucchiere consigliano alle clienti di farsi delle terribili tinte biondastre “che ringiovaniscono”. Non è vero! Se avete la carnagione olivastra e siete sempre state more, restate more! Magari è il caso si evitare colori troppo accesi, che sono un po’ troppo eccentrici su una donna non giovanissima, ma non è certo schiarendo la capigliatura che si recupera qualche anno, anzi, a volte si ottiene proprio l’effetto opposto.

    In questo periodo della vita i capelli sono molto fragili e tendono a cadere, vanno perciò curati molto bene sia attraverso lo styling che assumendo degli integratori ad hoc. Ricordate anche che esistono tante bellissime acconciature che potete sperimentare, come i vari tipi di chignon. Capelli lunghi tutta la vita? E perché no?

    854

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcconciatureBellezzaCapelli lunghiCura CapelliTagli Capelli

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI