Capelli: cosa fare quando il parrucchiere sbaglia

da , il

    Diciamoci la verità: quante volte, uscite dal salone del vostro parrucchiere, una volta tornate a casa siete scoppiate in lacrime perché, a vostro parere, ha fatto un disastro? Devo essere sincera, a me è capitato ed è davvero una brutta sensazione!

    Per fortuna, il mio parrucchiere è riuscito a riparare allo sbaglio ma non tutti capiscono i propri errori e sono disponibile al mea culpa. Qualche parrucchiere, infatti, accetta di rimediare (senza altre spese) se il risultato non vi soddisfa per niente, ma non è obbligato a farlo.

    Dal punto di vista legale, invece, il parrucchiere è tenuto a rispondere solo dei danni veri e propri: ad esempio, se brucia o rovina in modo evidente i capelli. In questo caso, potrete rivolgervi ad un avvocato che procederà per le vie legali.

    Quando considerate la vostra testa davvero impresentabile, non fatevi prendere subito dal panico: a volte, infatti, si tratta solo di una questione di styling. Provate a fare uno shampoo e a fare una piega diversa. Adottate un look più naturale e meno impostato: sicuramente il risultato sarà migliore.

    Cercate di usare la fantasia creandovi un look personalizzato, per esempio: se il ciuffo davanti è troppo corto, usate mollette o altri accessori per capelli per fissarla in modo divertente nell’attesa che allunghi un po’.

    Se il problema è il colore, vi consiglio di affidarvi nelle mani di un parrucchiere esperto. Se la tinta è troppo chiara sarà più facile correggerla adottando una tinta più scura. Se invece è troppo scura, l’unica soluzione è decolorare i capelli e applicare un colore più chiaro. Ricordate che l’effetto “dark” si scarica shampoo dopo shampoo, per questo è meglio aspettare almeno un mese prima di procedere alla correzione della tinta.

    Immagini:

    hairstyles-tips.blogspot.com

    i.ehow.com

    designingbeautyacademy.com

    celebrityhaircut.blogspot.com

    Dolcetto o scherzetto?