Business del riciclo: le aziende più innovative in ambito green

da , il

    Business del riciclo: le aziende più innovative in ambito green

    Il riciclo oltre a salvaguardare l’ambiente può trasformarsi in una fonte di guadagno: sono diverse le realtà aziendali che negli ultimi anni hanno puntato sulla riqualificazione di quella che spesso viene considerata impropriamente ‘spazzatura’. Il principio è sempre lo stesso: si recupera qualcosa di vecchio per ridargli nuova vita. In Nord Europa il business del riciclo è la normalità mentre qui in Italia sta prendendo sempre più piede grazie alle idee innovative di alcuni pionieri dell’ecologia. Chi ci guadagna? Tutti: la natura, il franchising, i negozianti e i clienti. Scopriamo quali realtà italiane operano già in quest’ottica e come, eventualmente, collaborare.

    Enel

    Enel a Giugno di quest’anno ha infatti dato avvio al progetto Futur-e. Tra le diverse iniziative, una in particolare cerca un nuovo utilizzo per macchinari e apparecchiature di alcune delle 23 centrali non più in funzione. Iniziativa che rispecchia una nuova sensibilità energetica improntata alla responsabilità. L’elenco dei macchinari e dei pezzi di ricambio disponibili, insieme ai criteri di valutazione delle richieste pervenute, è consultabile sul portale Global Procurement Enel. Le Società o i Gruppi societari interessati devono inviare una comunicazione di interesse a Enel con alcune informazioni utili per valutarne, in sede successiva, la richiesta. In caso di idoneità, le società interessate possono richiedere il sopralluogo per esaminare i macchinari o le parti di ricambio in vendita e inoltrare un’offerta tecnica ed economica attraverso il Sistema Gare (AES).

    EcoBank

    Questo sistema di raccolta differenziata dei contenitori per bevande permette di depositare bottiglie di plastica e lattine presso i punti EcoBank, oggi presenti sul territorio piemontese, e di ricevere in cambio un bonus in Euro da utilizzare presso i negozi e i supermercati convenzionati. EcoBank si occupa di selezionare e recuperare correttamente i materiali, elimina i costi solitamente molto elevati dei servizi di raccolta e di selezione negli impianti di recupero, riducendo traffico e inquinamento, garantendo la qualità e il riciclo del 100% del materiale riciclato.

    RePaperMe

    RePaperMe è un compattatore di carta e cartone pensato per la Grande Distribuzione che calcola la quantità versata e in base a quest’ultima conferisce punti premi per ottenere sconti sui prodotti in vendita presso i negozi affiliati. I punti si accumulano tramite una carta fedeltà. Se da un lato il cliente ci guadagna in termini di punteggio e rispettivi sconti, la grande distribuzione può rivendere il materiale riciclato alla filiera dedicata e attirare un maggior numero di clienti.

    NikeSrl

    I rifiuti probabilmente più impegnativi da riciclare sono quelli elettrici ed elettronici, che richiedono una conoscenza approfondita dei materiali. Una delle poche aziende italiane impegnate in questo settore è la NikeSrl, il cui obiettivo è trasformare rifiuti elettronici ed elettrici, come frigoriferi, pannelli fotovoltaici, lampade, lavatrici, grandi elettrodomestici, in materie prime massimizzandone il valore.

    Informazione di carattere pubblicitario