Bonus luce 2018: cos’è, come richiederlo, moduli e requisiti

Il Bonus Luce 2018 è un aiuto del Governo che permette di ottenere uno sconto sulla bolletta dell'energia elettrica. Si tratta di un sostegno economico a favore delle famiglie a basso reddito o con un disagio fisico che comporti attrezzature elettromedicali. Il Bonus Luce dura 12 mesi ma è rinnovabile. Può essere richiesto dalle famiglie con un reddito inferiore a 8.107,50 euro annui, mentre sale a 20.000 in caso di famiglia con più di tre figli a carico. Vediamo quali sono i requisiti e i moduli per richiedere il Bonus Luce 2018

da , il

    Bonus luce 2018: cos’è, come richiederlo, moduli e requisiti

    ll Bonus Luce 2018 è un aiuto che consente di avere uno sconto sulla bolletta dell’energia elettrica. Tale aiuto è stato istituito dal Governo e dal Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno per tutte le famiglie residenti in Italia con un basso reddito o disagio fisico che comporti l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali. Tale bonus può essere richiesto inoltre in presenza di altre concessioni di Bonus previsti per Legge. Vediamo quindi cos’è e come funziona il Bonus luce 2018, come e quando richiederlo, i requisiti e la modulistica necessaria.

    Cos’è il Bonus Luce 2018

    Il Bonus luce, è un aiuto che il Governo ha istituito a sostegno del reddito per le famiglie con forti disagi economici e per coloro che in presenza di malattie, utilizzano particolari apparecchiature elettromedicali necessarie per la prosecuzione della vita. Tale aiuto perdura per 12 mesi, ma è rinnovabile e non va ad influire sul reddito della famiglia che lo ha richiesto. Il cittadino, annualmente, deve ripresentare la domanda del Bonus, per rinnovare l’agevolazione mentre in caso di malattia, esso è erogato fino a che sussiste la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali.

    Bonus Luce 2018, requisiti per richiederlo

    Il Bonus elettrico può essere richiesto dai clienti domestici, quindi non da aziende o società, con un reddito Isee inferiore 8.107,50 euro annui. Tale soglia sale a 20mila euro se nella famiglie di chi ha fatto la richiesta ci sono più di tre figli a carico. Inoltre, se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute, la famiglia può richiedere un’ulteriore agevolazione relativa al bonus elettrico. Ovviamente il soggetto in questione deve possedere anche tutti i requisiti per il bonus per disagio fisico. Il bonus per disagio fisico è cumulabile con quello per disagio economico (sia elettrico che gas) qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità. Il valore del “bonus”, per le situazioni di disagio economico, varia a seconda della numerosità del nucleo familiare nei limiti ISEE stabiliti per l’anno 2018.

    Bonus Luce 2018 come richiederlo

    Per ottenere uno sconto sulla bolletta della luce, bisogna presentare una domanda apposita per il bonus elettrico 2018 al proprio Comune di residenza o in un Caf. Per presentare la domanda per il bonus luce 2018 è necessario compilare il modulo scaricabile gratuitamente dal sito dell’Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Al modulo vanno allegati tutti i documenti richiesti.

    Bonus Luce 2018, i moduli

    Come specificato sul sito dell’Arera, per avere accesso al bonus elettrico bisogna presentare il modulo apposito insieme a diversi documenti. Vediamo quali.

    • Documento di identità;

    • Eventuale delega, nel caso in cui la domanda venga presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura;

    • Modulo A validato dall’autorità per l’energia (scaricabile dal sito Arera);

    • Modello attestante il reddito Isee 2018;

    • Indicazione del numero di persone che compongono il nucleo familiare;

    • Autocertificazione famiglia numerosa nel caso di nucleo familiare con quattro o più figli a carico.