Natale 2016

Bari, 40enne uccide la moglie a coltellate davanti al figlio e tenta il suicidio

Bari, 40enne uccide la moglie a coltellate davanti al figlio e tenta il suicidio
da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Bari, 40enne uccide la moglie a coltellate davanti al figlio e tenta il suicidio

    Questa mattina un uomo di 40 anni a Bari ha ucciso a coltellate sua moglie davanti al figlio di 3 anni, dopo di che ha tentato il suicidio. L’uomo, di nazionalità tunisina, verso le 7.30 era nella sua casa a Bitonto con la moglie e uno dei tre figli, quando è scattata la tragedia: non sappiamo se ci sia stata una lite, ma ha inveito contro la donna con un fendente e l’ha uccisa. La sera prima comunque erano già intervenute le forze dell’ordine per sedare una lite tra i due coniugi. Sicuramente nella sua testa aveva in mente un omicidio-suicidio, visto che dopo aver ammazzato la donna si è gettato dal balcone.

    La coppia viveva al terzo piano, ma l’aggressore si è però salvato. Al momento si trova ricoverato in ospedale, piantonato, in gravi condizioni, ma fuori pericolo.
    Nello stesso stabile di Via Pertini vive anche la mamma della vittima.

    I parenti sono subito accorsi sul luogo della tragedia e hanno inveito pesantemente contro il marito uxoricida. Il figlio più piccolo di tre anni era in casa ed ha assistito all’orribile morte della madre, mentre i due più grandi, di sei e otto anni, erano già usciti per andare a scuola. L’appartamento è a pochi passi dalla stazione dei carabinieri, che non hanno tardato ad arrivare sul luogo del delitto insieme agli agenti del commissariato di polizia e successivamente i militari della sezione investigazioni scientifiche.

    Una tragedia familiare sulla quale si farà luce e che è costata la vita ad una donna di 29 anni, Mariagrazia Cutrone. L’ennesimo femminicidio il giorno dopo la strage di Genova, in cui sempre per mano della follia di un uomo, è stata sterminata un’intera famiglia: una donna e due bambine di 10 e 14 anni.

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI