Bambole con la vitiligine: il simbolo di una bellezza diversa

Vitiligine e lentiggini nelle bambole di porcellana, frutto dell'idea di Crystal Kay, artista che con la sua rappresentazione di una bellezza 'diversa' lancia un messaggio a tutte le donne. L'intuizione è nata per caso, quando anzichè buttare le bambole della sua bambina ha deciso di 'riadattarle' con produzioni fuori dagli schemi.

da , il

    Bambole con la vitiligine: il simbolo di una bellezza diversa

    Bambole con la vitiligine: il simbolo di una bellezza diversa raccontata da Crystal Kay, un’artista che con la sua intuizione ha deciso di lanciare un forte messaggio a tutte le donne. Chi ha detto che bello è sinonimo di perfetto? Nei tratti di queste creazioni di porcellana ci sono i naturali difetti di ogni donna, che tendono a rappresentarne insicurezze e paure, ma anche la voglia di andare oltre le apparenze e riscrivere la propria identità.

    Vitiligine e lentiggini nelle bambole di Crystal Kay

    Crystal Kay, originaria del Missouri, è madre di una splendida bambina. Una donna come tante, che come tante si trova, di tanto in tanto, a rispolverare vecchi giocattoli e, talvolta, gettarli nella spazzatura. Proprio da un’azione quotidiana come questa è nata la sua geniale intuizione che si sta facendo strada nel web, frutto di una sensibilità che l’ha portata a cogliere ciò che di utile può esserci in quanto, invece, si crede ormai perduto.

    E proprio dalla convinzione che il tempo trasformi le cose, ma non le renda del tutto da buttare, nascono le bambole di porcellana con la vitiligine e le lentiggini, simbolo della caducità della bellezza “standard” che volge al superamento degli schemi e all’accettazione del proprio io. Quelle bambole con cui sua figlia giocava, si trasformano così in una delle più interessanti novità del momento.

    Le bambole di Crystal Kay spopolano su Instagram

    Ma Crystal Kay non è soltanto una mamma: ha una carriera di parrucchiera e nail artist alle spalle, e le sue conoscenze si rivelano provvidenziali per mettere in atto la rivoluzione nelle bambole che le capitano tra le mani. In poco tempo conquista la curiosità di migliaia di persone, che si traduce in una pagina Instagram di successo: oltre 5mila follower e centinaia di “opere” dalla bellezza strabiliante.

    Trucco, parrucco, look e non solo: Kay punta anche a ricostruire su porcellana le umane sfumature della carnagione, con le naturali imperfezioni della pelle che assumono una nuova prospettiva d’analisi. Rifiorisce così la loro bellezza, e al tempo stesso si concretizza un nuovo modo di guardare le cose e la crescente capacità di trovare il bello anche dove non si immaginava esistesse.

    Le bambole riproducono fedelmente persone comuni

    #custom #doll #collect #vitiligo #freckles #vitiligodoll

    A post shared by Kay Customz (@kaycustoms) on

    “Là fuori non c’è alcuna riflessione sulle diverse condizioni mediche della pelle: per questo motivo sono arrivate le idee sulle bambole con la vitiligine, l’albinismo e così via. Le possibilità sono infinite perché c’è tanta diversità nel mondo da rappresentare”, dichiara Crystal Kay a Cosmopolitan USA.

    Ed è subito il nuovo trend che spopola in Rete: albinismo, patologie croniche della pelle, lentiggini, sono alcune delle caratteristiche di queste bambole di porcellana che stanno riscuotendo un consenso dietro l’altro.

    Nulla viene lasciato al caso, compresa la fedele riproduzione di abiti e acconciature: a fare da muse ispiratrici sono le persone comuni, sintomo della sensibilità crescente verso la “normalità”.