Bambino stregone salvato da una volontaria, la storia commuove la Rete

Bambino stregone salvato da una volontaria, la storia commuove la Rete
da in Bambini, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Un bambino nigeriano di 2 anni originario di Uyo è stato brutalmente e vigliaccamente abbandonato in strada dai suoi genitori perché considerato “stregone” e “maledetto”. Un fenomeno davvero vile e atroce, che è molto diffuso in Nigeria e non solo. Basti pensare che ogni anno migliaia di bambini vengono abbandonati o ammazzati dai famigliari perché creduti “stregoni”. Il piccolo denutrito, spaventato e solo è stato salvato giusto in tempo dalla 31enne volontaria danese Anja Ringgren Loven che l’ha accolto con amore e gioia tra le sue braccia. L’ha chiamato Hope e l’ha prontamente accudito come farebbe qualsiasi mamma di questo mondo con il proprio figlio.

    La fondatrice della ong indipendente African Children Aid Education and Development Foundation, Anja Ringgren Loven, ha condiviso alcune foto di questa storia molto triste e terribile, ma fortunatamente a lieto fine sul suo profilo Facebook e ha denunciato questo fenomeno: “Vediamo bambini come Hope torturati, minacciati o uccisi solo perché qualcuno decide che sono maledetti”.

    LEGGI LE STORIE A LIETO FINE DEI BAMBINI RIFUGIATI

    Lei e il marito si trovano in Nigeria per costruire un orfanotrofio. Hanno lanciato una raccolta fondi per aiutare tutti questi bambini soli, torturati e picchiati dai genitori. E’ stato un successo! Hanno infatti raccolto un milione di dollari e Anja ha espresso tutta la sua felicità sui social: “Con questo denaro possiamo dare un futuro a Hope e riservargli le migliori cure.

    Ma anche costruire una clinica e salvare tanti innocenti dalle torture”. Una storia davvero molto difficile, triste e crudele, ma con un epilogo felice che sta commuovendo il popolo della Rete.

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniCronaca Ultimo aggiornamento: Martedì 16/02/2016 13:01
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI