Bambini al ristorante che “non devono disturbare”: l’avviso della pizzeria che scatena il web

Il cartello esposto nella pizzeria a Conegliano ha diviso gli utenti social tra chi ha apprezzato l’iniziativa e chi ha criticato “il locale dove odiano i bambini”. Il ristoratore ha affisso l’immagine di una famiglia in cui “ il piacere di stare a tavola aiuta a crescere meglio”.

da , il

    Bambini al ristorante che “non devono disturbare”: l’avviso della pizzeria che scatena il web

    L’avviso di un ristoratore a Conegliano che ha affisso all’ingesso la scritta “I bambini non devono disturbare” sta scatenando il web, diviso tra chi si è indignato e chi invece ha gradito. L’iniziativa del titolare della pizzeria è nata dopo la discussione tra alcuni clienti che si lamentavano degli schiamazzi e della condotta dei bambini nel locale.

    Il cartello del ristoratore per i bambini

    “Chiedo solo un po’ di rispetto per chi lavora e per chi si è nostro ospite” questa la motivazione che ha spinto il titolare della pizzeria in provincia di Treviso a mettere l’insolito cartello. L’uomo, da anni nel campo della ristorazione, anch’egli genitore, non ammette scusanti alla mancanza di educazione: “Non ho nulla contro i bambini. Sono anch’io un genitore, ma ci vuole educazione, nel rispetto di tutti i clienti”.

    Quello che chiede è di non urlare, di evitare di correre avanti e indietro nel locale, in definitiva di stare seduti per la durata del pasto. E’ così che per essere ancora più esplicito il titolare ha affisso anche un’immagine, quella di una famiglia seduta davanti al cibo con la didascalia “Il piacere di stare a tavola aiuta a crescere meglio”.

    Insomma il proprietario vuole che il suo locale sia un luogo non solo dove poter mangiare , ma anche dove poter trascorre del tempo in tranquillità, già disturbato di per sé dallo squillo incessante dei telefonini e di gente che ha un tono di voce alto. A differenza degli adulti però, secondo l’uomo, “i bambini possono essere educati e i genitori potrebbero chiedere ai piccoli di rimanere seduti per mezz’ora. Se riescono a farlo a casa, perché non in un locale pubblico?”.

    Le reazioni sui social

    L’avviso sulla vetrata principale della pizzeria ha diviso il web con reazioni opposte. Se da una parte c’è chi si dice “disgustato” e trova “pessimo” l’invito del titolare, molti hanno invece apprezzato. Su Tripadvisor c’è chi addirittura ha minacciato di non andare più in quel locale, e chi l’ha etichettato come il “ristorante dove odiano i bambini”.

    Allo stesso tempo in molti hanno applaudito, come conferma lo stesso ristoratore: “Ho ricevuto talmente tanti messaggi di sostegno e solidarietà che potrei diventare il presidente del consiglio” afferma ironicamente. Ha espresso la propria opinione anche chi si è sentito chiamato in causa perché presente: “Ero anch’io a cena sabato sera. Devo dire che i bambini stavano disturbando anche me. Bravo il titolare che gentilmente ha chiesto ai genitori di rimediare alla situazione. Purtroppo la maleducazione inizia sempre dai genitori!”.

    Dal canto suo il titolare è tranquillo: “Nessuno dica che non è un locale per bambini, qui sono sempre stati e saranno i benvenuti”.

    I bambini nei ristoranti: gli altri titolari che chiedono educazione

    La presenza dei bambini al ristorante e il loro comportamento è un tema che torna spesso nella cronaca; l’ultima volta è stata in occasione della singolare iniziativa nel febbraio scorso in cui un ristoratore di Padova ha introdotto lo “sconto per figli educati”. Tuttavia il cartello della pizzeria ha un precedente, seppur molto diverso nei toni: per la prima volta a Roma l’anno scorso un ristorante ha vietato l’ingresso ai bambini. Ovviamente la polemica si è infiammata, ma il titolare perentoriamente dichiarò che “a causa di episodi spiacevoli dovuti alla mancanza di educazione, in questo locale non è gradita la presenza di bambini minori di anni cinque, nonché l’ingresso di passeggini e seggioloni per motivi di spazio”.