Avvocato egiziano in diretta tv: “È un dovere stuprare donne in abiti succinti”

È polemica per le frasi sessiste pronunciate da un avvocato egiziano in diretta tv :' Un dovere patriottico stuprare donne in abiti succinti'. Dopo gli innumerevoli casi di abusi e violenza sulle donne successi in tutto il mondo, è arrivata l'ennesima dichiarazione che sottolinea la supremazia del genere maschile , mentre le donne, come sempre, sono le uniche colpevoli. Il National Council for Women del Cairo sporgerà denuncia verso l'avvocato e l'emittente tv invitando i media a non ospitare figure che incitino alla violenza di genere

da , il

    Avvocato egiziano in diretta tv: “È un dovere stuprare donne in abiti succinti”

    È polemica per le frasi a sfondo sessista pronunciate da un avvocato egiziano in diretta tv, invitando, chiaramente il sesso maschile, a violentare donne che vadano in giro vestite in maniera succinta, aggiungendo che si tratta di un dovere patriottico. Queste parole sono state pronunciate durante una discussione, dai toni molto accesi, riguardo un progetto di legge in merito alla prostituzione. Le donne, presenti in studio sono naturalmente insorte, ribattendo all’avvocato: ” Quello che lei sta facendo costituisce una depravazione”.

    Violenza sulle donne, polemica in diretta tv

    Non sembra placarsi l’onda di polemiche in merito agli abusi sessuali che stanno tenendo banco in tutto il mondo. Dallo scandalo Weinstein che ha fatto luce sullo star system hollywodiano, scatenando sul web l’hashtag #quellavoltache, agli abusi sessuali che avvengono in Italia, la domanda che rimane ferma è sempre la stessa: se una donna viene abusata, la colpa è dell’uomo o della donna che se la va a cercare? A questo quesito aveva cercato di rispondere qualche tempo fa il senatore D’Anna, invitando le donne a non vestirsi in maniera troppo libertina né andare in giro da sole di notte, visto che la donna è debole e il maschio alfa, un predatore che vive di istinti. In Egitto, un avvocato in diretta tv durante la trasmissione su Al-Assema ha usato parole molto più dure, e sessiste, per rispondere a questa domanda.

    Violenza di genere, lo stupro come dovere patriottico

    “Io dico che quando vedo una ragazza in abiti succinti è un dovere patriottico molestarla sessualmente e un dovere nazionale stuprarla”. Frasi del genere, pronunciate in diretta televisiva, non solo discolpano chi commette questo tipo di violenze, ma incitano ancor di più, se possibile, questi comportamenti. Una persona, uomo o donna che sia, che si permette di utilizzare una frase del genere, significa che utilizza due parametri diversi per giudicare l’essere umano maschile e quello femminile. Divide il mondo in predatori e puttane, senza fare distinzioni, non solo incitando allo stupro ma anzi, considerandolo un “dovere patriottico” .

    Il National Council for Women del Cairo dopo le frasi pronunciate in diretta tv, ha annunciato che intende sporgere denuncia non solo nei riguardi dell’avvocato ma anche del canale televisivo. L’associazione femminile ha inoltre invitato i media a non ospitare più personaggi e figure controverse che incitino alla violenza nei confronti del genere femminile.