NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Australia, squalo uccide surfista 17enne davanti alla famiglia

Australia, squalo uccide surfista 17enne davanti alla famiglia

La tragedia è avvenuta nella spiaggia di Wylie Bay nell’Australia occidentale. La surfista 17enne Laeticia Brown è stata attaccata da uno squalo bianco mentre era sulla tavola con il padre. Portata subito a riva e soccorsa dai paramedici, è però deceduta poco dopo all’ospedale per le ferite riportate.

da in Attualità, Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Australia, squalo uccide surfista 17enne davanti alla famiglia

    Orrore sulla spiaggia di Wylie Bay in Australia dove una ragazza di diciassette anni, Laeticia Brown, è stata attaccata da uno squalo davanti alla famiglia: la ragazza è morta in seguito alle gravi ferite riportate. Non hanno potuto fare niente i familiari con i quali stava festeggiando la Pasqua, nè il padre che stava surfando con lei. La 17enne è stata attaccata da un grande squalo bianco e subito portata a riva dal papà, ma nonostante i soccorsi tempestivi dei paramedici, è morta poco dopo.

    La giovane era sulla tavola in mare con suo padre, quando l’animale l’ha attaccata ad una gamba, causandole una grave perdita di sangue. Il genitore l’ha soccorsa in acqua, l’ha portata sulla riva e subito è stata curata dai paramedici. I familiari, la madre e due sorelle più piccole, hanno assistito impotenti alla scena. Quindi una corsa disperata all’ospedale dove è giunta in condizioni critiche ed è deceduta poco dopo.
    Secondo quanto riporta il giornale West Australian, l’uomo avrebbe sentito la figlia urlare prima che fosse trascinata sott’acqua dallo squalo. Quando è riemersa, sarebbe andato verso di lei e l’avrebbe condotta in spiaggia con l’aiuto di un adolescente.

    LEGGI TRAGEDIA A DISNEY WORLD: BAMBINO UCCISO DA ALLIGATORE DAVANTI AL PADRE

    La tragedia è accaduta vicino Esperance nell’Australia Occidentale, 700 km a sud di Perth. La spiaggia di Wylie Bay è stata chiusa e le acque sono pattugliate alla ricerca dello squalo.

    La 17enne era in acqua con suo padre quando un pescecane l’ha morsa alle gambe. Laeticia, chiamata da tutti Teesh, era un appassionata di surf e dell’oceano. I servizi di emergenza si sono attivati prontamente, ma l’entità della ferita non ha lasciato scampo alla giovane. Come riportato dal sergente di polizia Ben Jeffes i soccorritori sono stati pronti, veloci a rispondere, ma la ragazza aveva perso troppo sangue: “Purtroppo, nonostante i loro migliori sforzi, la ragazza è venuta a mancare ieri sera”, ha detto alla radio nazionale Abc.

    Purtroppo non è un episodio solitario. Nella stessa costa occidentale australiana, l’anno scorso due persone sono state uccise da squali: un sessantenne che faceva immersioni fuori da Mindarie Marine e un 29enne a Falcon Beach, Mandurah. Nel 2014 invece, sempre nella stessa spiaggia della tragedia odierna, un surfista è sopravvissuto all’attacco di due grandi squali bianchi ma ha perso parte delle due braccia.
    Al momento le autorità hanno proibito la balneazione nell’intera zona.

    561

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI