Aurora è morta: la “bimba più buona d’Italia” ha perso la battaglia contro la malattia

La piccola, affetta da neuroblastoma infantile, si è spenta a 8 anni dopo una lunga battaglia. Il suo gesto di solidarietà ha commosso il mondo: aveva regalato il suo salvadanaio al 'Team for Children' per dare aiuto ad altri bambini sofferenti. Prima che morisse, i genitori hanno realizzato il suo sogno.

da , il

    Aurora è morta: la “bimba più buona d’Italia” ha perso la battaglia contro la malattia

    La piccola Aurora è morta: la “bimba più buona d’Italia” ha perso la lotta contro il neuroblastoma infantile che l’aveva colpita 4 anni fa. Un vuoto incolmabile per i genitori e la sorellina, nel ricordo di una bambina che con il suo gesto di solidarietà ha commosso il mondo: aveva destinato il suo salvadanaio ad altri bimbi sofferenti, attraverso la donazione al Team for Children. Poco prima di morire, ha visto realizzato il suo desiderio più grande.

    Aurora: morta a 8 anni dopo aver commosso il mondo

    Aurora, la bambina veneta di 8 anni, non ce l’ha fatta: un neuroblastoma infantile se l’è portata via, non prima di avere il tempo di commuovere il mondo e vedere esaudito il suo ultimo desiderio. Quattro anni fa la devastante malattia l’aveva colpita, privandola della spensieratezza dei bambini della sua età.

    Nel 2014, in occasione del suo quinto compleanno, aveva deciso di aiutare i bimbi malati come lei chiedendo soldi al posto di regali. La somma raccolta è servita ad Aurora per effettuare la donazione alla Clinica di Oncoematologia pediatrica di Padova, che l’aveva in cura, per il tramite dell’associazione Team for Children.

    Niente giocattoli ma un gesto d’aiuto: per la sua solidarietà, nata nel cuore dell’immane sofferenza di una bimba di appena 5 anni, ad Aurora è stato assegnato il Premio della Bontà 2014, e da allora è diventata per tutti la “bimba più buona d’Italia”.

    Prima di morire ha realizzato il suo desiderio più grande

    Aurora Maniero è morta mercoledì 9 agosto. Prima che il suo sguardo si spegnesse per sempre, aveva espresso il desiderio di vedere uniti in matrimonio i genitori, papà Mirko e mamma Valentina. Un’occasione di festa da trascorrere insieme alla sorellina, Azzurra, nata 2 anni fa.

    E sabato scorso, all’alba del suo addio al mondo, ha visto realizzato quel sogno. I genitori si sono sposati, e Aurora ha potuto indossare un bel vesitto da cerimonia, dentro il quale essere ancora una volta felice, come se il male non esistesse. Ha preso parte alle nozze con coraggio, con la solita forza di volontà che le ha permesso di farsi amare e di restare per sempre nei cuori di chi l’ha incontrata. Al termine del matrimonio, Aurora è crollata nel suo lettino sino a che i suoi occhi si sono spenti.

    Mamma Valentina: dopo la perdita di Aurora il dramma della disoccupazione

    Per mamma Valentina, però, oltre alla perdita di Aurora c’è da affrontare un altro duro percorso. La donna, infatti, è stata licenziata dal suo posto di lavoro, una pasticceria di cui era dipendente da 7 anni, proprio per il congedo chiesto per stare accanto alla piccola Aurora. Un dramma nel dramma, avveratosi per una strana coincidenza sabato scorso, giorno del matrimonio tanto sognato da Aurora, perchè sono stati superati i 180 giorni di assenza.