Attentato a Berlino: è morta Fabrizia Di Lorenzo, l’italiana dispersa

da , il

    Attentato a Berlino: è morta Fabrizia Di Lorenzo, l’italiana dispersa

    Purtroppo è arrivata la conferma ufficiale: l’italiana dispersa nell’attentato a Berlino, Fabrizia di Lorenzo, è morta. E’ lei l’unica vittima italiana tra i 12 morti nella strage in cui un camion ha sfondato il mercatino di Natale di Breitscheidplatz. La 31enne di Sulmona viveva a Berlino dal 2013 e lavorava per un’azienda di trasporti. La sera del 19 dicembre, uscita da lavoro, si è recata ai mercatini per fare gli ultimi regali prima del rientro in Italia e non si sono più avute notizie. Il giorno dopo non si è presentata in ufficio e il suo cellulare è stato ritrovato nel luogo della strage. La conferma è arrivata dopo gli esami del Dna: la famiglia era a Berlino per sottoporsi al test per la comparazione genetica.

    La conferma e il cordoglio

    “La magistratura tedesca ha esaurito le verifiche necessarie e purtroppo, ormai, c’è la certezza che, fra le vittime, c’è l’italiana Fabrizia Di Lorenzo. Sono affettuosamente vicino alla famiglia e ai suoi cari, condividendone l’immenso dolore”, ha reso noto il ministro degli Esteri Alfano in un comunicato della Farnesina.

    Immediato il cordoglio del Presidente della Repubblica Mattarella: “La notizia dell’identificazione di Fabrizia Di Lorenzo tra le vittime della strage conferma i peggiori timori dei giorni scorsi. Il dolore per la sua morte è grande. Ancora una volta una nostra giovane connazionale rimane, all’estero, vittima dell’insensata ed esecrabile violenza del terrorismo. Esprimo ai genitori e al fratello di Fabrizia la solidarietà e la vicinanza di tutto il nostro Paese”.

    La famiglia a Berlino

    La famiglia è tutta a Berlino: la madre e il fratello di Fabrizia erano partiti immediatamente per sottoporsi agli esami, successivamente è arrivato anche il padre Gaetano Di Lorenzo. E’ lui che la sera dell’attentato ha chiamato invano la figlia. Hanno temuto il peggio fin dall’inizio: “Abbiamo capito che era finita ieri all’una e mezza: ci siamo mossi coi nostri canali, poi siamo stati noi a chiamare la Farnesina” aveva detto il padre. “Aspettiamo conferme, ma non mi illudo” aveva ripetuto più volte.

    I parenti di Fabrizia avevano moltiplicato gli appelli sui social network, cercando qualcuno che avesse notizie di lei. L’ultimo tweet è quello della cugina rimasto senza risposta: “Fabrizia non risponde al telefono da ieri notte”.

    LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SULL’ATTENTATO A BERLINO

    Gli ultimi tweet di Fabrizia: pace, immigrazione, cervelli in fuga

    L’ultimo tweet di Fabrizia risale al 5 dicembre, in cui ha postato la scena del film “La meglio gioventù” in cui il professore universitario, durante un esame di Medicina, invita Nicola (Luigi Lo Cascio) a lasciare l’Italia, un Paese di dinosauri, in cui non cambia mai nulla.

    In un altro invita a non confondere immigrazione e terrorismo. Messaggi che manifestano la sua voglia di pace e integrazione e la sua sensibilità verso la discriminazione.

    Gli studi e i viaggi

    Fabrizia Di Lorenzo si è laureata a Roma alla Cattolica in Mediazione linguistico-culturale e dopo la triennale ha conseguito la laurea magistrale in Relazioni internazionali e diplomatiche a Bologna in Relazioni internazionali.

    Viveva in Germania dal 2013, quando aveva trovato impiego presso la Bosch. Precedentemente ci aveva anche fatto l’Erasmus. Attualmente Fabrizia era impiegata presso 4flow, azienda di logistica e trasporti. Nel 2014 aveva anche collaborato con Berlino Magazine, il sito on line in italiano di cultura e attualità.

    Fabrizia fa parte di quei giovani italiani, laureati e preparati professionalmente che hanno scelto l’Estero per completare la propria formazione ed esperienza. La stessa generazione di cui faceva parte anche Giulio Regeni, il brillante ricercatore friulano, rapito e torturato a morte in Egitto.