Attentato a Berlino, camion travolge mercatini di Natale: 12 morti e 48 feriti

Due le persone a bordo: una uccisa, il conducente arrestato in un primo momento è l'uomo sbagliato. L'Isis avrebbe rivendicato l'attacco.

da , il

    Torna l’incubo attentati in Europa: un camion a Berlino travolge la folla ai Mercatini di Natale nella piazza di Breitscheidplatz nel quartiere di Charlottenburg. Il bilancio al momento è di 12 morti e 48 feriti, molti dei quali in gravi condizioni. L’attacco è avvenuto intorno alle 20.15 nei pressi della Kurfuerstendamm, vicino alla Chiesa del Ricordo: una zona affollata e centrale, dove tradizionalmente i berlinesi si riuniscono per i mercatini di natale. Per il Ministro dell’Interno Thomas de Maizière si tratterebbe di un attentato terroristico e pare infatti che l’Isis abbia rivendicato l’attacco.

    Due gli assalitori a bordo del tir che si è lanciato in corsa sulla folla: uno è morto, l’altro che credevano colpevole è stato arrestato. Il presunto attentatore fermato è un migrante pachistano di 23 anni, entrato in Germania seguendo la rotta balcanica, lo scorso febbraio, come richiedente asilo. Nell’interrogatorio l’uomo aveva negato qualsiasi coinvolgimento ed infatti è uomo sbagliato: dunque il killer è ancora in fuga . Confermata invece la nazionalità polacca dell’uomo trovato morto nella cabina del mezzo.

    Il camion sulla folla come a Nizza

    Un attacco che ricorda la strage di Nizza del 14 luglio. Come nella città francese, è stato un camion a seminare la morte schiantandosi contro un affollato mercato di Natale a Berlino. Secondo una prima ricostruzione, il camion sarebbe arrivato a tutta velocità provenendo dalla stazione di ferrovia e metropolitana Zoologischer Garten. Secondo il Guardian il mezzo è partito dall’Italia per fare rientro in Polonia, fermandosi prima a Berlino per consegnare il carico. Sempre secondo il Guardian, il mezzo sarebbe stato rubato durante il viaggio ed apparterebbe ad un’azienda di trasporti di Danzica. A quanto riportato dall’emittente polacca Tv N24, trasportava ponteggi di acciaio dall’Italia e avrebbe dovuto scaricarli domani mattina a Berlino, ma dalle 16 di questo pomeriggio avevano perso i contatti. Il sospetto è che il vero autista del mezzo sia stato costretto a guidare fino al luogo della strage contro la sua volontà, per poi essere ucciso dal dirottatore.

    La zona ora è blindatissima e le forze dell’ordine hanno chiesto inizialmente di restare in casa, sia per il pericolo che per non intralciare i soccorsi. La polizia ha invitato altresì ad attivare il safety check, il controllo di sicurezza, di Facebook per sapere se i propri cari sono al sicuro.

    La Merkel piange le vittime. Un’italiana dispersa

    Subito dopo l’attentato, il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel fa sapere che “piange le vittime” e lancia un messaggio forte: “Non vogliamo vivere nella paura anche se queste sono le ore della paura nel nostro Paese. Anche se sarebbe intollerabile se si confermasse che a compiere questo atto è stata una persona che ha chiesto protezione e asilo in Germania, il Paese continuerà con l’integrazione“. Solidarietà dal presidente francese François Hollande che su Twitter scrive : “Esprimo la mia solidarietà e la mia compassione alla cancelliera Merkel, al popolo tedesco e alle famiglie delle vittime di Berlino”. Su twitter anche il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni esprime il suo dolore. La Farnesina al momento sta verificando la presenza di italiani tra la folla del mercato di Natale: si cerca una giovane italiana che risulta dispersa.