Assicurazione Inail per le casalinghe contro gli infortuni domestici: cos’è, cosa copre e come farla

Il 31 gennaio scade l'assicurazione Inail per le casalinghe, il cui scopo è tutelare chi lavora da casa in caso di incidenti domestici. In caso di infortunio, infatti, si ha diritto ad un indennizzo se l'invalidità è permanente o supera il 27 per cento. L'assicurazione riguarda anche studenti, pensionati, lavoratori stagionali o in cassa integrazione di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Vediamo nei dettagli cosa prevede e chi ne beneficia

da , il

    Assicurazione Inail per le casalinghe contro gli infortuni domestici: cos’è, cosa copre e come farla

    Il 31 gennaio scadrà l’assicurazione Inail per le casalinghe, obbligatoria per chi lavora esclusivamente da casa. Il suo scopo è la tutela in caso di incidenti domestici di grave natura. Pur non essendo molto conosciuta, è sempre obbligatoria e dovuta per legge, e riguarda circa 9 milioni di persone in Italia che attualmente lavorano da casa, molte delle quali per scelta. Vediamo di preciso chi riguarda, cosa copre e quali sono i vantaggi.

    Assicurazione Inail per le casalinghe, cos’è

    Lo scopo dell’assicurazione Inail è la tutela per chi lavora da casa in caso di gravi infortuni domestici. In caso di infortunio, infatti, si ha diritto ad un indennizzo se l’invalidità è permanente o supera il 27 per cento.

    L’assicurazione Inail per casalinghe, in scadenza il prossimo 31 gennaio, prevede il versamento di 12,91 euro per il 2018 ed è a totale carico dello Stato per chi non supera un reddito individuale di 4.648,11 euro o appartenga a un nucleo familiare il cui reddito complessivo non superi 9.296,22 euro.

    Assicurazione Inail, chi riguarda

    Hanno l’obbligo di assicurarsi le persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni compiuti, uomini e donne, che lavorano in modo abituale ed esclusivo per la cura della casa e dei familiari. L’assicurazione Inail non riguarda esclusivamente le casalinghe ma anche i giovani che, al compimento della maggiore età, si occupano dell’ambiente in cui abitano, anche se domiciliati in una città diversa da quella della residenza. L’assicurazione riguarda altresì i pensionati con meno di 65 anni, i lavoratori in cassa integrazione, i lavoratori stagionali o a tempo determinato e i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia.

    Chi è escluso dall’assicurazione Inail

    Sono escluse tutte le donne che, pur lavorando a casa, hanno un impiego extracasalingo, un’attività per le quali c’è l’obbligo di iscrizione a un’altra cassa previdenziale o un altro ente. Sono esenti i soggetti con un reddito inferiore a 4.648,11 euro annui e contemporaneamente fanno parte di un nucleo familiare con un reddito complessivo annuo sotto i 9.296,22 euro: in questo caso il premio resta a carico dello Stato. Per avere la copertura gratuita è necessario però presentare un’autocertificazione redatta sul modulo scaricabile dal sito dell’Istituto (www.inail.it).

    È escluso inoltre chi svolge un lavoro socialmente utile, chi fa corsi di formazione e tirocini, i lavoratori part time iscritti a forme obbligatorie di previdenza sociale, i religiosi, colf e badanti.

    Cosa copre l’assicurazione Inail

    L’assicurazione contro gli infortuni domestici copre sia l’abitazione in cui risiede la famiglia accudita che le aree di pertinenza, cioè soffitte, cantine, giardini e balconi. In caso l’abitazione faccia parte di un condominio, vengono prese in considerazione anche le parti in comune, come scale e androni. Rientrano tra i luoghi tutelati anche le residenze temporanee per le vacanze, purchè siano in Italia.

    Incidenti domestici, cosa comprende

    Il risarcimento spetta a chi incorre in incidenti domestici ( caduta dalle scale pulendo i vetri, traumi mentre si sbrigano le faccende o si cucina), ma anche con attività di manutenzione e fai da te o a causa di animali domestici. Il risarcimento è previsto solo in caso di invalidità permanente pari o superiore al 27 per cento. In caso di decesso dell’assicurato, le rendite spettano ai superstiti.

    Assicurazione Inail per casalinghe, come farla

    Il costo annuale di 12,91 euro non è frazionabile su base mensile ed è deducibile ai fini fiscali. L’assicurazione decorre dal giorno successivo a quello in cui è stato effettuato il pagamento. Il versamento deve essere eseguito presso gli uffici postali tramite lo specifico bollettino, intestato a Inail Assicurazione infortuni domestici. Sul sito www.inail.it è possibile trovare il fac-simile del bollettino postale per la prima iscrizione. È possibile anche effettuare il pagamento per via elettronica, con il sistema pagoPA (procedura guidata sul portale www.inail.it), tramite computer o presso gli sportelli bancari, le poste, gli istituti di pagamento e i tabaccai che offrono il servizio.

    Assicurazione Inail, cosa si rischia a non farla

    In caso di mancata assicurazione l’Inail può applicare una sanzione, proporzionale al periodo di mancato pagamento e comunque non superiore all’importo base, così come previsto da norme generali: la sanzione non può quindi essere superiore alla somma annua dovuta di 12,91 euro.