Natale 2016

Arrestato per aver somministrato olio di cannabis alla figlia malata di tumore

Arrestato per aver somministrato olio di cannabis alla figlia malata di tumore
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Adam-Koessler

    Arrestato per aver somministrato olio di cannabis alla figlia malata di tumore. Adam Koessler è in arresto per aver tentato di curare la figlia, malata di tumore neuroendocrino, con l’olio di cannabis. Una scelta discutibile ma certamente comprensibile, tutte le cure ufficiali si erano infatti rivelate fallimentari. Adam, ora in carcere in attesa del processo, ha spiegato di essere intervenuto al solo scopo di alleviare il dolore della bambina, dopo aver constatato che il miscuglio di olio di cannabis e cocco influiva positivamente sulle sue condizioni di salute. In sua difesa, è stata lanciata una petizione su Change.org per esortare Jarrod Bleijie, Ministro della Giustizia australiano, a liberarlo.

    Una scelta discutibile ma assolutamente comprensibile quella di Adam Koessler, padre di una bimba malata di tumore neuroendocrino maligno, che dopo aver constatato l’inutilità dei farmaci tradizionali, ha somministrato alla figlia un miscuglio a base di olio di cannabis e olio di cocco allo scopo di alleviarne i dolori. Accusato di aver somministrato farmaci pericolosi e illegali a un minore, ora Adam è in carcere ma il web si è già mobilitato in sua difesa.

    GUARDA IL CASO DI LACEY, LA BAMBINA MALATA DI TUMORE CHE HA COMMOSSO GLI USA

    Koessler, intervistato dal Newcastle Herald, ha dichiarato di aver riscontrato quasi da subito un miglioramento nelle condizioni di salute della figlia: “Dopo un periodo di somministrazione, mia figlia è migliorata notevolmente.

    Ho mescolato l’olio di cannabis con il cocco e lei non soffriva più come prima. Il suo corpicino è invaso dal cancro, ma grazie a questo rimedio stava molto meglio. La sua pelle ha ripreso colorito, tanto che siamo rimasti tutti stupiti di questo miglioramento…la pancia non le faceva più male ed era tornata a mangiare. Inoltre, le era tornata la voglia di uscire di casa ed i suoi occhi sono tornati a brillare.”

    Ma ciò non è bastato a convincere le autorità della sua innocenza tant’è che il 2 gennaio scorso, Adam è stato arrestato con l’accusa di detenzione di droghe e somministrazione di farmaci pericolosi a un minore. Dopo la sospensione della cura a base di cannabis, le condizioni di salute della bambina sono nuovamente precipitate, il 9 gennaio è infatti stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva per convulsioni. Ma i connazionali di Adam si sono schierati dalla sua parte lanciando una petizione a suo favore su Change.org, dove dichiarano: “E’ disumano e ingiusto arrestare un genitore che ha agito solo per amore della sua figlia malata e la cura con olio di cannabis deve essere legalizzata immediatamente, come già avviene in molti altri stati nel mondo.”

    GUARDA IL CASO DEL BAMBINO DI 9 ANNI MALATO DI TUMORE CHE HA DECISO DI NON CURARSI

    532

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI