Arredamento e design: tappeti per la casa

da , il

    Arredano la nostra casa, regalano colore ed allegria e sono bellissimi da vedere. Opere d’arte dalle trame meravigliose, quadri orizzontali adagiati sul pavimento: sono i tappeti di design, fantastiche creazioni di architettura e design come quelle che vi mostriamo in gallery.

    L’amore per i tappeti è proprio di molte donne, se poi i tappeti sono belli e prestigiosi come quelli che vi presentiamo oggi, non è difficile innamorarsene subito. Simili opere di design e arredamento passano sopra all’assenza di praticità di molti tappeti, difficili da pulire e da mantenere in perfetto ordine, per affascinare immediatamente chi li osserva convincendoli ad acquistarli come se fossero comuni quadri o pezzi d’arte.

    Effettivamente a questi tappeti non manca proprio nulla, giocano sull’uso dei colori, sulle fantasie e le trame geometriche o più libere, sui ricami e sulle composizioni ardite come se fossere delle tele vere e proprie, e poi sui materiali, volumici, straordinari al tatto, quasi delle morbide coperte dalle quali lasciarsi avvolgere. Ma scopriamo subito le proposte in gallery:

  • Homegrown di Barber & Osgerby per The Rug Company: motivi geometrici su un pattern colorato e rigoroso.

  • Serratura e Flora di Fornasetti per Roubini Rugs: disegni originali stampati per due bellissimi tappeti onirici e visionari.

  • Abstract di Karim Rashid per Roubini Rugs: ad opera del designer di origine egiziana troviamo forme liquide e colori forti.

  • Tekla di Gunilla Lagerhem Ullberg per Kasthall: tappeto annodato multicolore dalle tinte brillanti in un filato di lana grosso.

  • VP IV di Verner Panton: da uno dei maestri del design degli anni ’60, un tappeto optical black and white.

  • Biometric di Eric Dubuget per Ligne Roset: Un’enorme impronta sul pavimento.

  • Lark in Putty di Madeline Weinrib per Christopher Farr: tema floreale e grafico con inserti stampati a forma di fiore su base di tappeto intrecciato a mano.

  • Untitled di Gunta Stölzl per Christopher Farr: Un intreccio di geometrie e colori su disegno del 1927 per un quadrato annodato a mano.

  • Sacred shell di Sonia Giottoli per David Sorgato: Tappeto in canapa ispirato alle geometrie dell’India e della Cina.

  • Little field of flowers di Tord Boontje per Nanimarquina: Evoca un prato di fiori, questo splendido tappeto su cui sdraiarsi. Vincitore del Red Dot Design Award 2007.

  • Global warming di NEL per Nanimarquina: un orso polare per sensibilizzare sul problema del riscaldamento globale.

  • Lucky di Nendo per Cappellini: in un mosaico di forme e colori, il designer giapponese, stilizza una foglia e la moltiplica in due differenti sfumature cromatiche.

  • Mix & Match di Jürgen Dahlmanns per Rug Star: tappeto in lana tibetana basato su un progetto modulare che permette di comporre le parole, combinando l’ordine dei diversi blocchi.

  • Dolcetto o scherzetto?