Natale 2016

Nuovo look gratis per trovare lavoro, è la proposta di un’agenzia di collocamento francese

Nuovo look gratis per trovare lavoro, è la proposta di un’agenzia di collocamento francese
da in Acconciature, Lavoro, Look, Make-Up, Mente, Style
Ultimo aggiornamento:

    Nuovo look gratis agenzia collocamento

    Trovare un lavoro in questo periodo per moltissime donne più o meno giovani è davvero estremamente difficile, e se collocarsi sul mercato sembra essere particolarmente arduo qui in Italia, a quanto pare non è che Oltralpe le cose vadano poi tanto meglio. E così, se l’obiettivo per il 2012 è un posto di lavoro, non resta che ingegnarsi, darsi da fare a mandare curricula a tutto spiano, e… cambiare look. Ebbene sì, poiché viviamo immersi nella cosiddetta società dell’immagine, per trovare lavoro sembra sia indispensabile il classico bell’aspetto, possibilmente alla moda e glam.

    Per lo meno, questa sembra essere la convinzione dell’agenzia di collocamento francese Pôle Emploi, che infatti ha offerto alle sue clienti disoccupate un bel restyling (comprensivo di trucco, parrucco e manicure) grazie ad altrettanti mini corsi ospitati nei locali di una scuola di moda di Parigi. L’idea è quella di presentarsi ai colloqui di lavoro al meglio dal punto di vista estetico, tanto da “impressionare” positivamente il potenziale datore di lavoro anche grazie al proprio aspetto curato oltre che attraverso le proprie qualifiche professionali.

    La cosa pare funzionare, come fanno sapere dall’Agenzia, infatti, delle 60 partecipanti allo speciale atelier “Consulenza in immagine e Coaching RH Pôle Emploi”, 25 hanno trovato un lavoro dopo poco tempo. Questi corsi di bellezza sono gestiti in modo totalmente free dalla Fondazione Ereel, un’Agenzia organizzatrice di Eventi, e dovrebbero aiutare le donne (in realtà sono aperti anche agli uomini, ma una corsia preferenziale è prevista per le disoccupate da 2-3 anni e in condizioni economiche difficili) a crearsi un look adeguato per fare un buon ingresso nel mondo del lavoro.

    Alla fine dell’atelier, ad ogni partecipante è stata regalata una trousse per il make up, utile per permettere loro di riprodurre a casa lo stesso trucco realizzato dagli estetisti professionisti.

    “Non vogliamo trasformarle in delle Barbie – ha spiegato Christine Salaun, Presidente della Fondazione Ereel – a parità di competenze un datore di lavoro sceglierà il candidato che si presenta meglio. Viviamo in un mondo in cui l’aspetto fisico è importante. Non sono stata io ad inventare le regole”. Insomma, un bel look vincente e ti passa la paura… Magari fosse così semplice!

    450

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcconciatureLavoroLookMake-UpMenteStyle

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI