Anoressia, Rachael Farrokh vince la sua difficile battaglia [FOTO]

Anoressia, Rachael Farrokh vince la sua difficile battaglia [FOTO]
da in Anoressia, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    L’ex modella e attrice statunitense Rachael Farrokh ha vinto la sua delicatissima e difficile battaglia contro una grave forma di anoressia che la tormentava da 10 anni. Tutto ciò è stato possibile grazie al crowfunding, lanciato sul sito GoFundME page, che ha consentito di raccogliere 200.000 dollari utili per il ricovero in una clinica specializzata in California. Oggi è felice e raggiante per la sua rinascita. Le sue condizioni di salute sono nettamente migliorate come ha spiegato in un’intervista rilasciata alla televisione di Los Angeles NBC4.

    “Ho una famiglia numerosa – ha spiegato l’ex modella in tv – Si chiama mondo, mi ha abbracciato calorosamente e mi ha salvato. Ora la mia mente è lucida. Posso pensare liberamente”. Una bellissima notizia che sta facendo rapidamente il giro del web e del mondo.

    E’ molto contenta per la sua seconda chance che le ha concesso la vita e ha annunciato sulla sua pagina Facebook che vuole diventare testimonial contro i disturbi alimentari per diffondere la consapevolezza rispetto alla sua malattia. “Sono entusiasta della vita – ha scritto Rachael Farrokh sulla sua pagina social -, perché quello che era un barlume di speranza 3 mesi fa si è trasformato in una certezza di vivere. Ho riacquistato chiarezza e forza nella mia mente. Il mio obiettivo in questo processo di recupero è quello di creare consapevolezza per aiutare gli altri che combattono questa malattia”.

    Il disperato appello di Rachael

    Alta 1,70 cm., Rachael aveva soltanto pochi giorni di vita a fine maggio quando pesava soltanto 20 kg. Non riusciva più a reggersi in piedi. Suo marito Ron Edmondson aveva lasciato il lavoro per seguirla 24 ore su 24 dopo che numerosi ospedali della zona si erano rifiutati di ricoverarla poiché il suo peso era una responsabilità che in pochi volevano prendersi, ma ciò non bastava.

    C’era infatti solo un ospedale specializzato negli Stati Uniti che poteva aiutarla, ma costava molto. Rachael Farrokh e Ron Edmondson non potevano sostenere da soli il costo elevatissimo del ricovero. La sua difficile e terribile battaglia quotidiana contro il deperimento fisico, i problemi di respirazione, la fiacchezza e le difficoltà nel fare anche le cose più semplici come muoversi all’interno della sua casa a San Clemente in California e le spese elevate per il ricovero nell’unica clinica disponibile avevano spinto la 37enne ex modella a lanciare un disperato appello in Rete.

    Le immagini del video erano piuttosto forti e toccanti.

    Rachael Farrokh con il volto scavato, gambe scheletriche, un filo di voce e priva di forze aveva raccontato il suo dramma quotidiano che aveva commosso il mondo intero. “C’è un solo ospedale nel Paese che può aiutarmi – aveva detto l’ex modella -, le mie chance sono molto sottili. Abbiamo bisogno del vostro aiuto. Con un peso così basso, anche la mia mente si è rallentata. Alle volte dimentico quello che mi è stato detto pochi secondi dopo. Donate tutto quello che potete. Ho bisogno di aiuto, soffro di una grave forma di anoressia, peso 20 chilogrammi e, a questo punto, nessun ospedale è disposto a ricoverarmi”. Al termine del video appello, Rachael aveva indicato il sito internet, GoFundMe, dove poter donare.

    Il marito della 37enne intervistato dalla ABC aveva ricordato i primi momenti della loro love story sbocciata nella palestra in cui lavorava come personal trainer. “Rachael era una ragazza bellissima e in salute – aveva asserito Ron Edmondson – Mia moglie e io stiamo assieme da più di 10 anni e lei avrà di fronte a sé i suoi ultimi giorni se non ci muoviamo. C’è solo un ospedale specializzato nella cura di pazienti così deperiti, la mia missione è quella di portarcela. Se dovesse ricevere troppe calorie il suo metabolismo reagirà facendole perdere ancor più peso. E’ una situazione molto delicata – aveva concluso -, gli ospedali non la accettano perché non ha il peso minimo richiesto e non hanno le competenze per darle una mano”.

    Ora è iniziata una nuova vita per Rachael Farrokh e noi siamo tutti davvero felici per lei!

    703

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnoressiaCronaca Ultimo aggiornamento: Domenica 27/12/2015 16:33
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI