Amniocentesi: meno rischiosa con gli antibiotici

Amniocentesi: meno rischiosa con gli antibiotici
da in Gravidanza, Salute E Benessere, esami gravidanza, Ricerca
Ultimo aggiornamento:

    amniocentesi con antibiotici

    L’amniocentesi al momento è il test più efficace per fare una diagnosi prenatale al bambino, i medici sono a lavoro per trovare alternative più sicure ma per adesso è l’unico modo per mappare il dna tramite un prelievo del liquido amniotico. L’amniocentesi a volte può provocare infezioni e in casi gravi anche l’aborto proprio in seguito alle infezioni, è stato dimostrato però che se si assumono preventivamente degli antibiotici i rischi sono molto più bassi e quindi si può fare questo test con più serenità.

    Paolo Scollo, il direttore dell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania e vicepresidente della Società italiana di ginecologia e ostetricia, ha dichiarato che assumere gli antibiotici prima di effettuare l’amniocentesi ha ridotto considerevolmente i rischi di infezione. Il rischio aborto è passato da 1 su 100 a meno di 1 su 1000.

    Paolo Scollo ha dichiarato: “Nei reparti di Ostetricia il numero di donne in gravidanza ricoverate per complicanze dell’amniocentesi si è, nel corso degli anni, notevolmente ridotto: in passato il rischio di aborto era dell’1%, che è sceso progressivamente allo 0,3-0,5%. L’assunzione di antibiotici prima dell’esame è finalizzata a contrastare i batteri che normalmente colonizzano le vie genitali femminili anche durante la gravidanza e che, sfruttando il momento del prelievo del liquido amniotico, possono causare infezioni al liquido stesso, determinando di conseguenza la rottura del sacco amniotico in cui è contenuto il bambino. Il rischio di aborto legato all’amniocentesi, infatti, non dipende strettamente dal prelievo in sé, ma è legato all’eventualità che il liquido si infetti, nei giorni immediatamente successivi”.

    La antibiotico-profilassi è molto utile per evitare le infezioni e non arreca alcun danno nè alla mamma nè al nascituro perchè arriva al feto in quantità ridottissime.

    Voi cosa ne pensate? Avete fatto l’amniocentesi quando aspettavate il vostro bimbo?

    353

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaSalute E Benessereesami gravidanzaRicerca

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI