Amanda Knox condurrà un programma in difesa delle donne

Amanda Knox condurrà un programma sul web dedicato alla violenza e alla discriminazione di genere. Dopo l'assoluzione per il delitto di Meredith nel 2007, la Knox torna con lo show in cinque puntate 'The Scarlet letters reports' dove intervisterà donne del mondo dello spettacolo protagoniste di episodi di violenza: 'Con questo programma spero di riumanizzare donne che sono state egualmente umiliate'

da , il

    Amanda Knox condurrà un programma in difesa delle donne

    Amanda Knox condurrà un programma dedicato alla violenza e alla discriminazione di genere. Dopo aver festeggiato sei anni di libertà, assolta in via definitiva per il delitto di Meredith Kercher avvenuto nel 2007, sarà protagonista di uno show che andrà in onda sul web, cinque puntate dal taglio giornalistico in difesa delle donne e incentrate sulla violenza di genere. “ Ho perso anni della mia vita in prigione a causa di stereotipi misogini- ha affermato- con questo programma spero di riumanizzare donne che sono state egualmente umiliate”.

    Amanda Knox condurrà uno show sulla violenza di genere

    Il programma condotto da Amanda Knox, dal titolo “The Scarlet Letter Reports”, chiaro riferimento al romanzo “La lettera Scarlatta”di Nathaniel Hawthorn, sarà trasmesso a partire dalla primavera prossima su Watch, la nuova piattaforma facebook, e sul canale di Vice media dedicato alle donne. Nel corso di queste cinque puntate, Amanda intervisterà personaggi del mondo dello spettacolo, come Amber Rose o Daisy Coleman, protagoniste di episodi di violenza fisica e mediatica vissuta in prima persona. “Mentre subìvo un processo per un delitto che non avevo commesso, il pubblico ministero mi definiva una femme fatale con poteri magici per controllare gli uomini- ha dichiarato Amanda in un’intervista rilasciata al sito Vice – con questo show voglio elevare lo standard di come si pensa e si parla delle donne in pubblico”.

    Amanda Knox dopo il carcere: un libro e un documentario Netflix

    Amanda Knox, 30 anni, lavora attualmente come giornalista freelance per un giornale di Seattle, sua città natale. Nel 2013 ha scritto un libro autobiografico ‘Waitying to be heard’ ( Aspettando di essere ascoltata) ed inoltre collabora con Innocence Project, un organizzazione no profit che tratta di errori giudiziari. Amanda è stata anche protagonista di un documentario prodotto da Netflix che ha cercato di ricostruire il delitto della 20enne Meredith Kercher e il lungo processo seguito all’omicidio.