Natale 2016

AltaRoma AltaModa, la sfilata autunno-inverno 2012/2013 di Raffaella Curiel [FOTO]

AltaRoma AltaModa, la sfilata autunno-inverno 2012/2013 di Raffaella Curiel [FOTO]
da in Alta moda, Moda, Moda Autunno Inverno 2012 2013
Ultimo aggiornamento:

    Siamo entrati nel pieno della settimana dell’alta moda romana con l’appuntamento AltaRoma AltaModa che ha visto, tra gli altri, la bellissima sfilata di Raffaella Curiel, nome storico della moda italiana che nella capitale ha presentato la sua collezione autunno-inverno 2012/2013. Le modelle hanno sfilato a S. Spirito in Sassia: abiti meravigliosi che dimostrano cosa dovrebbe essere la vera sartorialità italiana. L’alta moda infatti è un lusso per poche fortunate e le donne che amano Raffaella Curiel non si fanno abbagliare dalle stranezze della moda ma preferiscono un classico senza tempo, seppur non senza innovazione.

    Il parterre della sfilata era di tutto rispetto ed ospitava anche la signora Clio Napolitano, moglie del presidente della Repubblica Italiana, ad applaudire questo esempio di eccellenza tutta italiana. Una sfilata ispirata al silenzio e alla leggerezza della neve con abiti da sera delicati in bianco e grigio, creati con tessuti impalpabili che creavano eccezionali movimenti ad ogni passo.

    Dopo i fasti di Paris Haute Couture autunno-inverno 2012/2013, eccoci tornati nella capitale con le collezioni dei grandi stilisti che hanno reso famoso il made in Italy in tutto il mondo. Proprio lo scorso 6 luglio è stata inaugurata la Settimana dell’Alta Moda capitolina, assolutamente da non perdere per tutti gli appassionati di moda e stile.

    “L’idea è nata dopo aver ricevuto in dono un meraviglioso libro, ‘Le cedre du Liban’ di Desiree Sadek. Sono rimasta affascinata dalle immagini di questi alberi d’inverno.

    Ne ho rapito le luci, le forme dei rami che ho fatto stampare su rasi, su impalpabili mousseline o ricamare su finissimi tulli. La neve é simbolo di pace, d’infiniti silenzi, di serenità ed è ciò che auguro a tutti voi“, ha detto la stilista che sottolinea anche come nella sua collezione ci sia spazio anche per un pizzico di eccentricità, rappresentata dai guanti con unghie finte: “Ne ho fatti 50 paia, per graffiare l’invidia sono l’accessorio giusto in una società dove tutto è finto“.

    Bellissimo poi l’abito da sposa che immancabilmente chiude la sfilata: si tratta di un modello molto semplice ma dalle proporzioni eccezionali. Seta bianchissima e maniche lunghe: il punto focale dell’abito è senza dubbio il morbido cappuccio che sostituisce il classico velo. La sposa di Raffaella Curiel indossa anche guanti in pizzo e come bouquet ha una calla, pulita ed essenziale.

    401

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alta modaModaModa Autunno Inverno 2012 2013

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI