Alimentazione: i consigli per non ingrassare durante le feste

da , il

    natale e alimentazione

    Mancano 2 giorni a Natale: manicaretti, piatti tradizionali, specialità regionali….e la nostra silhouette è messa a dura prova.

    Tra cene e pranzi rischiamo di trovarci con qualche chilo in più dopo l’Epifania. Che si può fare per evitare che l’ago della bilancia si sposti troppo?

    Allontaniamo tutti i sensi di colpa: Natale viene una volta sola durante l’anno e qualche peccato di gola è concesso, basta qualche accorgimento ed eviteremo di “lievitare”.

    La prima regola da seguire è questa: evitare di eccedere per due pasti di seguito. I giorni più “pericolosi” per la linea sono il 24, il 25 e il 26, quando, iniziando dal cenone della Vigilia, ci ritroviamo sedute a tavola praticamente sempre! In questo caso è bene fare una pausa tra un giorno e l’altro: ad esempio se abbiamo fatto un’abbuffata alla cena della Vigilia, il giorno di Natale è consigliabile tenerci leggere consumando tanta frutta, verdura e bere tanta acqua. Lo so, è praticamente impossibile, però possiamo provarci!

    La frutta secca: va bene se consumata in quantità limitata. 100 grammi di noci, contengono 600 calorie! E lo stesso vale per mandorle e arachidi (l’una tira l’altra, purtroppo).

    Il panettone, o il pandoro, non possono certo mancare sulle nostre tavole durante il Natale. Con qualche accorgimento possiamo limitarne i danni: meglio consumare le versioni classiche e stare alla larga da quelli farciti con creme di ogni tipo che sono delle vere “bombe” caloriche.

    Evitare anche di eccedere con fritti, salse, maionese e piatti troppo elaborati. Non bisogna mangiare dolci fuori pasto. Insomma, la cosa giusta da fare è questa: mangiare di tutto e concedersi qualche peccato di gola, basta non esagerare! Se proprio non se ne può fare a meno, correremo ai ripari dopo le feste!