Alimentazione bambini: troppa carne nella dieta accelera la pubertà

Alimentazione bambini: troppa carne nella dieta accelera la pubertà
da in Alimentazione, Bambini, Figli, Salute E Benessere, obesità
Ultimo aggiornamento:

    Alimentazione bambini puberta

    L’alimentazione dei bambini incide fortemente sulla loro salute generale, ma anche sullo sviluppo. In particolare, una dieta sbilanciata, a base di carne e grassi di origine animale avrebbe l’effetto di accelerare l’ingresso nella pubertà delle bambine oltre a favorire sovrappeso e obesità. Tante bistecche, poca frutta e verdura, prodotti pieni di inquinanti, agiscono sull’organismo in piena crescita delle piccole di casa, stimolando la produzione ormonale e la manifestazione anticipata dei caratteri sessuali secondari. In Italia, in particolare, l’età media del menarca (la comparsa della prima mestruazione) si è abbassata di due anni nel corso dell’ultimo quindicennio.

    Non è così raro vedere piccole “donnine” già formate a soli 8-9 anni. Si tratta di un trend che è stato analizzato dalla studiosa Aurora Natalia Rossodivita per conto del Dipartimento di Pediatria – Ambulatorio e Day-Hospital – di Endocrinologia Pediatrica del Policlinico Gemelli. Diversi studi americani, britannici e giapponesi, inoltre, studiando il fenomeno della pubertà precoce femminile, rilevano che i fattori che incidono maggiormente sono da ricercare nell’alimentazione e nell’esposizione a sostanze inquinanti presenti nell’aria, come pesticidi e diossine.

    Vediamo qualche dato.

    I ricercatori dell’Università inglese di Brighton, controllando l’alimentazione settimanale di un campione di 3mila bambine a 3, 7 e 10 anni d’età, hanno scoperto che le piccole che già a 3 anni consumavano 8 porzioni di carne a settimana, e ben 12 a sette, avevano addirittura il 75% di probabilità in più di entrare nella pubertà prima dei 12 anni. L’Università del Michigan, poi, in una ricerca del 2007 già notava che le bimbe sovrappeso o obese a tre anni, andavano dritte incontro al menarca a 9.

    Infine, un’indagine giapponese pubblicata sulla rivista Nature ha studiato gli effetti che le diossine e il DDT (pesticida ancora presente nell’ambiente anche se fuori legge da molti anni) hanno sulla produzione degli estrogeni femminili. Insomma, cari genitori, qui il consiglio è uno solo: limitate le portate di carne nell’alimentazione dei vostri bambini, soprattutto le femminucce, e aumentate quelle a base di pesce e di vegetali per assicurare loro uno sviluppo armonioso e nei tempi giusti. Le proteine sono contenute anche in questi alimenti e certamente la salute e il benessere delle vostre figlie ne avrà gran giovamento.

    426

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniFigliSalute E Benessereobesità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI