Aggredita giovane nel treno a colpi di martello

Aggredita giovane nel treno a colpi di martello

L'aggressore è un pregiudicato rumeno in passato espulso dall'Italia

da in Cronaca, Violenza sulle donne, Donne
    Aggredita giovane nel treno a colpi di martello

    Una giovane 22enne bergamasca è stata presa a martellate sulla testa durante una rapina nel vagone del treno della linea Trenord Milano-Treviglio. Erano le 21 di sabato e la ragazza si trovava da sola nello scompartimento per andare a Milano, quando le si è avventato un uomo alle spalle nel tentativo di prenderle la borsa. L’ha colpita violentemente alla testa più volte usando il martelletto frangivetro, quello usato in casi d’emergenza. Sì, quello che riesce a spaccare i vetri spessi di un mezzo pubblico e che pesa circa un chilo.

    La vittima non è mai riuscita a vedere il suo aggressore in faccia, nonostante non abbia mai perso coscienza. Un particolare però è riuscita a notarlo: il cappellino giallo con la visiera che, grazie anche alle telecamere, ha permesso il riconoscimento dell’uomo. La ragazza ha riportato una frattura al cranio e alla mano sinistra, utilizzata per proteggersi la testa quando veniva colpita.

    L’uomo, una volta presa la borsa è scappato scendendo alla fermata di Cassano d’Adda ed è stato ritrovato dai Carabinieri in una palazzina dismessa. Si tratta di un pregiudicato rumeno di 32 anni finito in manette con l’accusa dapprima di lesioni aggravate, diventata poi tentato omicidio. Adesso è nel carcere di San Vittore in attesa di essere interrogato, sraà il gip oggi a decidere se convalidare l’arresto. L’uomo aveva già ricevuto un mandato di espulsione dall’Italia nel luglio 2015 per reati di violenza e resistenza.

    Pare sia attualmente senza fissa dimora e che si aggirasse spesso nella zona chiusa al traffico nei pressi della stazione di Cassano.

    stazione Cassano d'Adda

    Grazie alla lucidità che ha mantenuto nonostante il sangue che perdeva, è riuscita prontamente ad avvertire il capotreno che ha chiamato i soccorsi. E’ stata trasportata al San Raffaele dove è stata operata con successo per ridurre la frattura cranica. Adesso dovrà eseguire un’altra operazione alla mano. E’ comunque per fortuna fuori pericolo. E’ stata ritrovata anche la sua borsetta seguendo le tracce dell’uomo, con il magro bottino di 15 euro.

    C’è già scontro tra politici. La Lega ha annunciato un’interrogazione al ministro Alfano per sapere come l’uomo fosse ancora a piede libero in Italia. Il Movimento 5 stelle invece attacca l’Assessore Regionale alle Infrastrutture Alessandro Sorte per la mancanza di vigilantes e guardie giurate nelle stazioni nonostante l’interrogazione sul piano sicurezza.

    Viaggiare sui mezzi da sole dopo una certa ora per noi donne è sempre più pericoloso

    537

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donneDonne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI