Natale 2016

Adolescente filmata di nascosto mentre fa sesso in una discoteca di Torino

Adolescente filmata di nascosto mentre fa sesso in una discoteca di Torino
da in Bullismo, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    sesso-in-un-bagno-pubblico

    Adolescente filmata di nascosto mentre fa sesso in una discoteca di Torino. E’ successo a Torino, nei bagni della celebre discoteca “Loud”, dove una ragazzina di soli 16 anni è stata ripresa da ignoti mentre faceva sesso con un 19enne appena conosciuto. Il video ha fatto il giro del web, postato sui social network e su WhatsApp, raggiungendo nel giro di poche settimane più di 3.000 visualizzazioni. Non sono mancati i commenti acidi e gli insulti pesanti, anche da parte dei compagni di scuola della ragazza. A convincere la giovane a sporgere denuncia è stata la vicepreside e al momento sono 3 i ragazzi sotto indagine.

    Se ne è accorta troppo tardi, quando ormai il video stava girando sul web da giorni, la 16enne torinese ripresa da alcuni telefonini mentre consumava un rapporto sessuale nei bagni del Loud. “Tu hai idea di chi cazzo è stato?”, sono state le sue prime parole rivolte al compagno di una notte, ma lui, impassibile, le ha risposto, “Massì tanto qualche giorno e tutti si saranno dimenticati”. Ma è andata diversamente tanto che la giovane adolescente si è trovata coinvolta, suo malgrado, in un vero e proprio scoop virale.

    Mentre il video faceva il giro del web, suscitando un interesse a dir poco morboso, su Facebook è stata addirittura aperta una pagina dedicata all’episodio, intitolata “I bagni del Loud”. E i commenti sarcastici non si sono fatti attendere, perlomeno fino all’intervento delle forze dell’ordine, interpellati dalla 16enne su suggerimento della sua Vicepreside. Al momento sono 3 i ragazzi sotto indagine, sospettati di aver divulgato il video, tutti di età compresa fra i 20 e i 22 anni.

    SCOPRI IL FENOMENO DEL BULLISMO SEMPRE PIU’ ROSA

    La vittima si è raccontata a “La Stampa” confessando con voce intimorita di non essere un’habitué del Loud e di non aver esagerato, quella sera, con gli alcolici. La decisione di sporgere denuncia, che si è rivelata provvidenziale, non ha però convinto il suo giovane compagno per una notte, che ha cercato di dissuaderla rimuovendola dalla sua lista di amici su Facebook. Per fortuna l’intervento della Vicepreside ha tamponato quello che avrebbe potuto trasformarsi in un vero e proprio linciaggio a sfondo pedopornografico.

    SCOPRI QUANTI BAMBINI SONO VITTIME DI BULLISMO A SCUOLA

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BullismoCronaca

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI