Accessori moda primavera 2009: il foulard

da , il

    Questa volta vi parliamo dei foulard primavera 2009, a proposito di tendenze di stagione. Come sceglierli, come si indossano e come vanno abbinati per sfoggiare un look bon ton da vere dive d’altri tempi.

    Era da un po’ che non si vedevano in giro i foulard se non al collo delle signore che amano vestire eleganti e chic, e invece nella primavera estate 2009 questo accessorio femminile di estrema raffinatezza torna ad essere indossato anche dalle ragazze, magari attorcigliato intorno al collo come un papillon, annodato ad una borsa, al polso o perché no anche al posto di una cintura, stretto intorno alla vita per ravvivare un pantalone un po’ troppo basic.

    Ma non finiscono qui le infinite variabili che si hanno nell’indossare un foulard. Come vuole la tradizione delle dive del cinema, il fazzoletto si può anche portare in testa, a raccogliere i capelli, non come contadinelle o vecchiette, bensì abbinato a occhiali da sole maxi, su modello diva.

    Va bene quando è piccolo in chiffon da taschino ma anche grande in seta con fantasie colorate, giochi di trame e immagini a stampa. Molto elegante anche se il foulard è portato lungo intorno al collo, quasi come se fosse una cravatta.

    Insomma se fino ad oggi pensando al foulard ci sono venute in mente le nonnine o le signore snob, prepariamoci a ricrederci, perché quest’estate il foulard spopolerà.

    Immaginate a come possa essere originale e di gran stile abbinarlo ad un completo navy, che nella prossima stagione andrà tantissimo. Regalerebbe un tocco divertente e sbarazzino ad un look che ha come caratteri fondamentali l’eleganza del bianco, del blu e del rosso.

    Le fantasie sono infinite, preferibilmente caleidoscopiche in mille nuances, ovvero multicolor, fiorato, optical, ma anche a righe e a tinta unita. Direttamente dagli anni Cinquanta il caro vecchio fazzoletto si riscopre quest’anno ancora charmant molto amato dalle donne di tutte le età che scelgono di indossarlo.

    Foto:

    www.donnamoderna.com

    Dolcetto o scherzetto?