Abiti da sposa 2011: guida alla scelta del tessuto

da , il

    Quando si pensa all’abito da sposa, non bisogna soffermarsi solo sul modello e sullo stile; è fondamentale sapere quale tessuto scegliere. E’ sbagliato credere che un tessuto vale l’altro: alcuni tessuti si adattano meglio di altri e rendono più bello il vestito. Per esempio, non avrebbe senso confezionare con del tulle un abito concepito in pizzo: il risultato cambierebbe totalmente. Non sembrerebbe neppure lo stesso vestito! Inoltre non a tutte sta bene un certo tipo di tessuto. Poi bisogna anche pensare alla stagione in cui ci si sposa.

    Gli atelier e le sartorie professionali sanno consigliare il tessuto adatto all’abito scelto, alla stagione e al fisico della sposa.

    Quali sono i principali tessuti utilizzati per confezionare un abito da sposa? Vediamoli insieme.

  • Seta: questo tessuto è al primo posto per quanto riguarda gli abiti da sposa. E’ il più utilizzato, è leggero, liscio, lucente e morbido.
  • Raso o Satin: è un tessuto molto liscio, lucido e pesante. Può essere di seta o sintetico. La caratteristica è la capacità di rimanere rigido.
  • Pizzo: è un tessuto a ricamo di diverse consistenze. Ci sono diversi tipi di pizzo:

      Pizzo di Sangallo, di cotone, molto pregiato e particolarmente decorato,
      Pizzo macramè, un tessuto molto pesante,
      Pizzo a rete, realizzato con pizzo e tulle,
      Pizzo Chantilly, un pizzo di seta francese molto pregiato,
      Pizzo di Bruxelles, un merletto con ricami di fiori e foglie.

  • Tulle: è un tessuto a rete, solitamente in seta, molto fine e leggerissimo, caratterizzato da piccoli fori esagonali. Adatto per gonne, coprispalle e veli.
  • Shantung: è tessuto in seta, molto luminoso e leggero.
  • Taffetà: è un tessuto in seta molto rigido.
  • Organza: è un tessuto leggero e trasparente, leggermente rigido con effetto madreperlato.
  • Lurex: è un tessuto sintetico dai riflessi argentati e dall’aspetto brillante e metallico.
  • Lamè: è un tessuto in seta con fili metallici, argentati, dorato o lurex.
  • Mikado: è un tessuto giapponese in raso di seta pesante, che conferisce rigidità all’abito.
  • Mussola: è un tessuto leggero di lana, lino o cotone.
  • Jacquard: è un tessuto realizzato con un particolare telaio che crea disegni geometrici.
  • Broccato: è un tessuto pesante in seta, con motivi floreali in rilievo che possono essere realizzati con fili d’oro e d’argento.
  • Flanella: è un tessuto pesante dalla superficie ad effetto garzato.
  • Gabardine: è un tessuto in lana sottilissimo.
  • Chiffon: è un tessuto in seta trasparente con effetto velato.