Abbronzatura in montagna: consigli utili

Abbronzatura in montagna: consigli utili
da in Abbronzatura, Creme solari, Salute E Benessere, Viaggi, montagna, vacanze
Ultimo aggiornamento:

    C’è differenza tra la radiazione solare al mare e quella in montagna? Assolutamente sì! Spesso si pensa che il sole di montagna abbronzi molto meno di quello di mare. Sbagliato: abbronza addirittura di più e più in fretta.


    Non tutti sanno che la radiazione solare aumenta del 6% per ogni km di altezza.
    Quello che ci fa pensare che il sole di montagna non abbronzi abbastanza è la percezione del calore sulla nostra pelle: la diversa temperatura e la ventilazione tipica delle zone montane, ci fanno percepire di meno il calore, ma questo non vuol dire che non ci abbronziamo.
    Anzi, proprio per la temperatura più bassa e per la ventilazione, corriamo il rischio di scottarci molto più facilmente che al mare.

    I raggi solari in montagna sono in parte filtrati solo quando il cielo è completamente coperto da nuvole; bisogna fare attenzione quando finisce un temporale, quando le nuvole iniziano ad aprirsi per far apparire il cielo terso perchè in questo caso la radizione solare è dannosa se non si usa una crema solare.

    La temperatura scende notevolmente durante e dopo un temporale montano, quindi non ci accorgiamo che i raggi di sole che filtrano dagli spazi privi di nuvole ci stanno bruciando.

    Bisogna fare molta attenzione alla radiazione riflessa: se sostate vicino ad un fiume, lago o ghiacciaio oltre ai raggi solari, la pelle sarà colpita anche da quelli riflessi.

    Ricordatevi di usare sempre delle creme solari con filtro adatto alla vostra pelle, cappelli e occhiali da sole per proteggere gli occhi.
    Sulle labbra utilizzate sempre uno stick protettivo.

    Foto:
    pro.corbis.com

    373

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbronzaturaCreme solariSalute E BenessereViaggimontagnavacanze

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI