13 curiosità che non sapevi su Donald Trump

Ecco una selezione di 13 cose che non sapete di Donald Trump, il presidente più vecchio tra coloro che si sono alternati alla Casa Bianca. Il tycoon è ossessionato da alcune fobie, che non tutti conoscono, ha un patrimonio che nemmeno lui ha mai quantificato esattamente e tra i suoi idoli ci sono persone che non avreste mai immaginato.

da , il

    13 curiosità che non sapevi su Donald Trump

    Ecco le 13 curiosità su Donald Trump che molti di voi non sanno, ma che contribuiscono, nel bene e nel male, ad aumentare il peso specifico della sua figura presidenziale. Alcune di queste “chicche” saranno capaci di stupirvi perché del tutto inaspettate, altre, invece, sono la manifestazione di un carattere egocentrico e megalomane che talvolta lo ha reso inviso alla politica internazionale e all’opinione pubblica. Tutto quello che c’è dietro la sua presidenza, compreso qualche tratto nascosto della sua biografia per cui molti hanno gridato allo scandalo. Il 45° presidente degli Stati Uniti Trump, con i suoi 71 anni, è il più vecchio nella storia d’America, e ha spodestato Ronald Reagan nel primato anagrafico del più anziano capo di Stato americano alla Casa Bianca. Vediamo le curiosità che (forse) non avreste immaginato.

    Le origini tedesche

    Non è noto a tutti, ma il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha origini tedesche. Il suo vero cognome è Drumpf, lo stesso del nonno che cercò fortuna in America nel 1885. Anche Donald Trump, quindi, viene da una famiglia di emigrati, al pari di milioni di cittadini americani. Insomma, per il primo promotore di una presidenza anti-immigrazione è proprio un bel paradosso.

    Il padre di Donald Trump e il Ku Klux Klan

    Fred Trump, padre dell’erede del suo impero immobiliare Donald, secondo la stampa americana era un fervido sostenitore del Ku Klux Klan. Per questo motivo, come ha riportato il New York Times in una delle sue inchieste, venne chiamato in giudizio con l’aggravante di non voler affittare immobili a cittadini afroamericani.

    Le mogli e i figli

    Il tycoon più famoso d’America ha avuto ben 3 matrimoni e 5 figli. La prima moglie è stata Ivana, celebre modella il cui divorzio è costato una vera fortuna a Trump. A causare la rottura con Ivana è stata l’attrice Marla Maples, sua seconda moglie, sostituita dopo il divorzio da Melania Knauss, sua attuale moglie e First Lady, che gli ha dato il più piccolo degli eredi, Barron Trump.

    Il patrimonio di Donald Trump

    Inestimabile e sconfinato il patrimonio di Donald Trump, Forbes ha prodotto una stima intorno ai 4 miliardi di dollari. Il tycoon, a differenza del padre, si è specializzato nel settore immobiliare di lusso, con un’attività imprenditoriale iniziata quando aveva appena 22 anni. Si è laureato in Economia finanziaria all’Università della Pennsylvania nel 1968. Nel 1982 ha costruito un palazzo a Manhattan ed è diventato proprietario di tre casinò ad Atlantic City e dell’aerolinea Trump Shuttle.

    La fissazione per il suo nome

    Il suo egocentrismo, per molti, si manifesta nella mania di dare il suo nome agli edifici di sua proprietà: oltre alla Trump Tower e a numerosi edifici di New York, ha fatto costruire in suo onore colossi come il Trump Ocean Club inaugurato a Panama nel 2011: è l’edificio più alto del centro-America. Prodotti come il gioco di società “Trump The Game” una sorta di Monopoli, l’eau de parfum Trump (con una boccetta rigorosamente a forma di grattacielo) sono figli del suo alter ego “creativo”.

    La paura dei germi e la cura dei capelli

    Donald Trump ha una grande fobia, che quasi nessuno conosce: ha paura dei germi “da contatto”, motivo per cui non è particolarmente contento delle strette di mano, cui la sua carica lo sottopone costantemente. Infine è ossessionato dalla sua chioma color carota, scimmiottata in alcune rappresentazioni caricaturali che hanno contribuito a renderne celebre taglio e colore. Usa una lacca il cui nome è tutto un programma: Helmet Hair, letteralmente “elmetto di capelli”.

    Trump è un fan di Amanda Knox e Mike Tyson

    Chi l’avrebbe mai detto? Trump è uno dei fan più sfegatati di Amanda Knox, incriminata in Italia per l’omicidio della studentessa Meredith Kercher, poi assolta e rientrata negli Usa. Un’idolatria talmente forte da dirsi profondamente contrariato (quasi “offeso”), dopo la scoperta che la ragazza ha votato Hillary Clinton alle presidenziali Usa che lo hanno visto vincere. Il presidente adora anche il pugile Mike Tyson, da cui ha ricevuto il pieno supporto in campagna elettorale: l’atleta lo ha più volte ringraziato per il supporto ricevuto dal presidente nel 1992, durante il clamoroso processo per stupro che lo ha visto protagonista.

    Occhio alla sua vita social

    Indiscusso re delle gaffe, Donald Trump viene seguito come un bimbo nella sua disinibita vita sui social, di cui ha dato ampiamente prova da quando è diventato presidente. Sembra, infatti, che il suo smartphone sia spesso oggetto di attenta analisi da parte del suo entourage, che gli impedirebbe così di riversare online ogni pensiero che gli passa per la testa. Una volta avrebbe persino pensato di taggare in un tweet una perfetta sconosciuta, credendola sua figlia, Ivanka.

    Fast food e quella strana passione per il condimento sulla pizza

    Per quanto riguarda i piaceri della tavola, il presidente Trump adora hamburger e polpettone, ma non consuma mai caffè e tè. Bandito anche l’alcool, mentre della pizza adora il condimento, evitando di mangiare la base di pasta. Il suo modo classico di consumare i pasti è sulla sua scrivania, da uomo d’affari che si rispetti.

    Le cravatte italiane

    Trump è appassionato di cravatte, in particolare di quelle italiane. Si innamorò del marchio napoletano “Marinella”, che che cercò invano, negli anni ’90, di portare in uno dei punti vendita dentro la Trump Tower. Il proprietario, Gino Marinella (che tra gli altri ha clienti del calibro di Silvio Berlusconi), rifiutò la proposta nonostante l’offerta milionaria.

    La stella al Walk of Fame per The Apprentice

    Nel 2004 ha sfondato il tv con il talent show The Apprentice (sbarcato anche in Italia), dedicato ad ambiziosi stagisti che intendevano farsi notare dal tycoon. “You’re fired!” (sei licenziato) detta ai concorrenti eliminati, fu una delle frasi celebri su cui si innestò anche un’aspra critica che tacciò il programma di razzismo. Ha guadagnato comunque un posto con la stella sulla Walk of Fame di Hollywood.

    Le apparizioni al cinema e in tv

    Donald Trump ha interpretato se stesso nel film Celebrity, di Woody Allen, ma sono molti i cameo tra cinema e tv. Tra le più note, l’apparizione in Willy il principe di Bel Air, Sex and the City, la Tata, Spin City. Sul grande schermo ha recitato in Two weeks notice al fianco di Hugh Grant, poi con Whoopi Goldberg in The Associate. Una delle più recenti è la partecipazione al film Zoolander, insieme a sua moglie Melania.

    Proprietario di Miss Universo

    Nel 2015 è diventato unico proprietario del concorso di bellezza Miss Universo, dopo una causa contro la NBC con cui è andato ai ferri corti per alcune affermazioni discriminatorie da cui scaturì il divorzio tra Univision e il tycoon. Trump successivamente intentò una causa da 500 milioni di dollari con la Univision per diffamazione, sancendo la definitiva rottura dopo anni di collaborazione sull’evento (iniziata nel 2002).