10 segnali che ti stai avvicinando ai 30 anni

10 segnali che fanno presagire l'arrivo di un giro di boa importante, i 30 anni.

da , il

    10 segnali che ti stai avvicinando ai 30 anni. Una decina di indizi, molto simili a vere prove certe, che stai diventando una trentenne. Una trentenne meno incline ai bagordi, più proiettata verso il matrimonio, se non il tuo almeno quello degli altri, che ha lo stomaco più debole e che deve dormire di più. Insomma, ecco 10 segnali che il tuo corpo ti manda per dirti che stai invecchiando.

    1. I ragazzi cominciano a darti del “lei”

    Se ti capita di incrociare sul tuo cammino lo sguardo e le parole dei ragazzi più giovani, la complicità di qualche anno fa ha lasciato lo spazio a mezzi sorrisi e un po’ di riverenza, nel migliore dei casi. Il tutto condito con il “lei” d’ordinanza, perché non sei più uno di loro, ma una signora o un signore.

    2. Gli inviti più frequenti sono ai matrimoni

    Addio feste in discoteca fino all’alba. Bei ricordi i festeggiamenti senza troppi freni per compleanni e lauree. Benvenute partecipazioni bon ton per matrimoni altrettanto bon ton. Ecco la verità: alla soglia dei trenta le feste più frequenti a cui sei invitato sono i matrimoni, con il contorno di buffet e musica in sottofondo, abito bianco e fotografie con i parenti di rito.

    3. Amiche e amici diventano mamme e papà

    Le belle notizie prima erano aver trovato il ragazzo giusto o aver scovato in saldo la borsa da urlo più ricercata. Ora, gli annunci più gettonati tra amiche e amici sono le gravidanze. Quelle che prima ballavano con te sui tavolini del locale fino a notte fonda ora si truccano poco, sfoggiano pancioni importanti e cominciano a parlare solo della maternità.

    4. Se fai serata, il giorno dopo sei ko

    Rare, ma non impossibili, le serate in cui si fa tardi, magari si alza un po’ il gomito e si balla ci sono ancora. Ma il giorno dopo? Un disastro. Se esageri una sera, ne paghi le conseguenze per i tre giorni successivi. Gli eccessi di una notte lasciano una scia di stanchezza e intontimento per molte ore.

    5. Reggi meno tutto, sia il cibo sia l’alcool

    Prima potevi mangiare un panino con la salamella al freddo e al gelo di un ambulante fuori dal locale, andare a dormire e il giorno dopo andare a sciare con gli amici. Oggi, se ti azzardi a mangiare troppo o a bere troppo devi schierare un intero esercito di farmaci, dagli anti-acidi ai digestivi, per riuscire a resuscitare.

    6. Se dormi meno di otto ore è una tragedia

    Sono ormai un vago e lontanissimo ricordo gli anni in cui ti bastavano pochi minuti di sonno per riuscire ad affrontare la giornata dopo una notte fuori. Ora, se non dormi le tue canoniche otto ore il giorno dopo diventa un incubo.

    7. I colleghi parlano dei loro figli

    Hai un lavoro e dei colleghi, non più stage e collaborazioni occasionali, almeno se sei molto fortunato. E, nella maggior parte dei casi, quei colleghi in quel posto di lavoro parlano, in ogni pausa e momento libero utile, dei loro figli, delle loro gesta, dei loro pregi e, più raramente, dei loro difetti.

    8. Ti preoccupi del conto corrente e delle bollette

    Prima erano solo numeri che alimentavano discussioni con i genitori e ti costavano serie lavate di capo, ora conto corrente e bollette sono una realtà con cui fare i conti quotidianamente. Per questo, quando apri il conto corrente online lo fai con un pizzico di timore e ansia.

    9. Scegli vacanze più comode

    Prima bastavano pochi soldi e un biglietto aereo. Oggi, alla soglia dei 30 anni, preferisci investire qualche euro in più nell’alloggio, perché ostelli e accampamenti di fortuna in giro per il mondo con sacco a pelo e zaino in spalla non fanno più esattamente per te. Anche i tipi più avventurosi, quelli che la vacanza è improvvisazione con l’età riscoprono il piacere di qualche comodità.

    10. Preferisci una cena in compagnia alla discoteca

    Se fino a qualche anno fa tra discoteche e locali passavi serate splendide tra balli scatenati e cocktail, ora cominci a cercare serate meno caotiche, preferisci due chiacchiere a “due salti” in pista. La cenetta con gli amici, magari preceduta da un aperitivo con un buon bicchiere di vino, è l’ideale.